Veggie life for Veggie people
 

Favette, le fragole di Terracina

Conosciamo insieme le favette, varietà francese di fragole, note anche come fragole di Terracina

Piccole e dolci fragole, le favette, sono un frutto molto apprezzato. Conosciamo meglio le fragole di Terracina, la loro storia e le loro caratteristiche.

Ci troviamo a Terracina nel Lazio, una deliziosa città di mare sulla costa, divenuta ormai famosa per essere luogo in cui si produce le dolci e succulente favette. Le caratteristiche uniche di questo territorio hanno permesso negli anni di sviluppare la produzione di questa particolare varietà francese di fragole, che solo qui nella pianura pontina viene coltivata.

Sono sicura che avete ben presenti queste piccole fragole, così delicate da richiedere di essere maneggiate con cura e consumate il prima possibile. Dolci, saporite, dal profumo intenso, dalla polpa tenera, una vera prelibatezza.

Si raccolgono da marzo a giugno e possiamo trovarle facilmente in tutto il periodo primaverile dal fruttivendolo e sui banchi del supermercato.

Hanno una caratteristica che probabilmente non tutti conoscono e cioè che si tratta di fragole unifere, fragole cioè che fioriscono una volta sola nel corso dell’anno e che garantiscono quindi un unico raccolto.

Questa particolare varietà di fragole è di origine francese e dobbiamo ritornare agli anni Cinquanta, quando un’azienda francese arrivo nella costa Laziale dell’agro pontino con l’obiettivo di coltivare la nuova varietà di fragole favette. I progetti erano ambiziosi, ma qualcosa andò storto, facendo capire che per far crescere questa speciale piccola fragola erano necessarie unicamente le caratteristiche di quel territorio.

Le fragole favette, ormai note come fragole di Terracina, possono essere coltivate solo nella pianura Pontina. Così l’azienda francese non rinnovò il brevetto e da allora la conservazione dei semi della fragola favetta è curata dagli agricoltori locali che hanno reso questo frutto fiore all’occhiello del loro territorio.

Nel tempo, le fragole di Terracina, sono diventate un prodotto unico al mondo.

Fragole di Terracina, proprietà

Come tutte le fregole, anche le fragole di Terracina sono un alimento prezioso per il nostro benessere. Questi piccoli frutti sono ricchi di vitamina C e questo richiede, infatti, di consumarle velocemente, di conservarle con cura e di mangiarle al momento, senza tagliarle e poi lasciarle in frigorifero.

fragole
favette, fragole di Terracina

Le fragole di Terracina contengono potassio, calcio, ferro, magnesio, folati, rendendo questo frutto energetico e prezioso per integrare i liquidi persi soprattutto con l’arrivo del caldo. Le fragole contengono fibre utili per attivare l’intestino, zuccheri facilmente assimilabili e poco fermentabili, antiossidanti preziosi per la salute della pelle e contrastare lo stress ossidativo. Troviamo, inoltre, acido salicilico, diuretico e depurativo, oltre che xilitolo, sostanza che previene la formazione della placca dentale e dell’alito cattivo.

Attenzione ovviamente in caso di allergia alle fragole e qualora si abbia a che fare con il disagio delle allergie primaverili poiché, ricordo, le fragole stimolano in rilascio di istamina.

Fragole di Terracina, come si consumano?

Le favette possono essere conservate al massimo un paio di giorni in frigorifero al fine di poterle gustare integre ed evitare si marciscano. Il gusto così dolce permette di goderne la bontà anche così, sciacquate e consumate al naturale. Ancora meglio, tagliate a metà, irrorate di succo di limone, per potenziare sapore sì, ma anche vitamina C e conseguente assimilazione del ferro di cui questi piccoli frutti sono ricchi.

Consigliamo anche: Marmellata di fragole senza zucchero e senza pectina

Le fragole, regine della primavera

Edito da

Psicologa food coach, esperta di alimentazione ed igiene naturale, di tecniche di rilassamento e mindfulness, vegan food blogger, segue attraverso consulenze online le persone nel cambio di alimentazione e di stile di vita. Conduttrice radio/tv, attrice ed autrice di libri per bambini e ragazzi. Suo il blog www.isabellavendrame.com in cui trovare articoli e ricette. Segue da diversi anni un'alimentazione vegetale e senza glutine, genuina e naturale, uno stile di vita che le ha regalato salute, sorriso e benessere.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO