Veggie life for Veggie people
 

Fiocchi di cereali fatti in casa, come si fanno e perché?

Negli anni si sta diffondendo anche qui in Italia l’uso dei fiocchi di cereali, in particolare per la colazione; scopriamo insieme come si fanno in casa e perché è bene farlo.

Una volta sulle tavole degli italiani a colazione c’erano solo il pane e la marmellata, fette biscottate, biscotti e merendine. Oggi si trovano i fiocchi di cereali sotto forma di porridge, di granola o mousli.

Si tratta per lo più di fiocchi di avena. Le persone più attente li acquistano biologici, naturali, magari dando un occhio alla provenienza. Gli altri li comprano al supermercato, magari in offerta, senza badare all’aggiunta di zuccheri, grassi, oli di cottura, vitamine aggiunte. Si dice che i fiocchi di avena fanno bene e questo basta.

C’è chi li consuma in modo veramente genuino con bevanda vegetale, frutta fresca ed essiccata, con mandorle e semi. C’è chi invece li consuma secondo abitudine, magari con il caffè latte, insieme al nesquik, con abbondante zucchero, insieme all’immancabile brioches.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Veggie Channel (@veggiechannel)

Negli ultimi anni si è assistito a un vero boom di vendite di fiocchi di avena la cui richiesta nell’ultimo anno è aumentata del 9% e questo indubbiamente alle aziende piace ed ormai è davvero facilissimo trovare questo prodotto in qualunque negozio. Realizzare in casa i fiocchi di cereali ci permette, però, numeri vantaggi, soprattutto, ci svincola dai prodotti industriali e ci permette di avere realmente un alimento salutare.

Fiocchi di cereali fatti in casa, perché?

I principali motivi per cui fare in casa i fiocchi di cereali sono questi.

  1. Possiamo realizzare diversi tipi di fiocchi di cereali. In commercio si trovano soprattutto i fiocchi di avena, meno diffusi quelli di riso e grano saraceno. Fare i fiocchi in casa ci permette di realizzare fiocchi di riso integrale, di miglio, di grano saraceno, di frumento, ma anche fiocchi di semi di girasole o di altri semi. In questo modo possiamo dare varietà alla nostra alimentazione.
  2. Possiamo essere consapevoli della qualità delle materie prime ed acquistare cereali e pseudocereali da fiocchettare biologici ed italiani.
  3. Ci permette di ottenere un alimento veramente salutare. I fiocchi di cereali in commercio sono ottenuti attraverso la cottura dei chicchi che vengono poi pressati ed essiccati. Le temperature di lavorazione spesso sono molto alte. I fiocchi di cereali in questo modo perdono molti dei loro nutrienti. Farli in casa ci permette di partire dal cereale crudo e di mantenere i fiocchi integri e vitali.
  4. I cereali fioccati fatti in casa sono a mio avviso molto più digeribili di quelli in vendita, anche di quelli di maggior qualità.
  5. Se desideriamo, con i fiocchi di cereali fatti in casa possiamo realizzare ricette crudiste cosa che con i fiocchi industriali acquistati non è possibile. Fiocchettarli permette al cereale, una volta schiacciato, di essere masticabile e digeribile, soprattutto quelli più teneri come, ad esempio, l’avena, il riso e il grano saraceno.
  6. I cereali fatti in casa ci allontano dal rischio di acquistare fiocchi arricchiti di zuccheri, di aromi, olii e vitamine aggiunte.
  7. Fare i cereali in casa ci fa risparmiare, soprattutto se siamo soliti indirizzarci all’acquisto di fiocchi biologici o fiocchi per porridge già pronti.
fiocchi di avena
fioccatrice Komo Flic Floc

Fiocchi di cereali fatti in casa, come si fanno?

Per fare in casa i fiocchi di cereali serve avere un attrezzo, la fioccatrice. Questo piccolo e pratico strumento è molto usato soprattutto nei paesi anglossassoni che, per tradizione, consumano abitualmente i cereali fioccati. Pensiamo, ad esempio, al muesli, tipico composto a base di fiocchi di avena, frutta secca ed essiccata, inventato dal medico svizzero Bircher Benner.

Se siamo abituati a consumare i fiocchi di cereali è sicuramente da valutare l’acquisto di questo strumento. È piccolo, poco ingombrante, facilissimo da usare. Possiamo realizzare i fiocchi al momento oppure prepararne un po’, conservarli in una scatola di latta ed averli pronti per tutta la settimana. Basta solo abituarsi!

Insieme alla fioccatrice servono ovviamente i cereali. Avena, riso integrale, grano saraceno, farro, miglio, segale. In base ai propri gusti e necessità.

Avena, riso integrale e grano saraceno possono essere fiocchettati al momento, dopo aver risciacquato i chicchi. Può essere utile, per facilitare il lavoro dello strumento ed anche per aumentarne la digeribilità, ammorbidire gli altri chicchi in acqua tiepida un paio di minuti, asciugarli con un panno e tenerli lì tutta la notte. I cereali avranno acquisito quella umidità che garantirà un risultato ottimale!

Acquista la fioccatrice Komo Flic Floc. Usa il codice 0kveggie5 par avere uno sconto di 5%.

Consigliamo anche: Cereali da colazione, soffiati o fiocchi, quali differenze?

Edito da

Psicologa food coach, esperta di alimentazione ed igiene naturale, di tecniche di rilassamento e mindfulness, vegan food blogger, segue attraverso consulenze online le persone nel cambio di alimentazione e di stile di vita. Conduttrice radio/tv, attrice ed autrice di libri per bambini e ragazzi. Suo il blog www.isabellavendrame.com in cui trovare articoli e ricette. Segue da diversi anni un'alimentazione vegetale e senza glutine, genuina e naturale, uno stile di vita che le ha regalato salute, sorriso e benessere.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO