Veggie life for Veggie people
 

Kuzu per intestino e reflusso come si usa?

Scopriamo come usare la radice di kuzu per l’intestino e per trovare sollievo dal reflusso gastrico

Un antico rimedio può essere d’aiuto in caso di intestino infiammato e di reflusso gastrico. Scopriamo come usare a tale scopo il kuzu.

Si tratta di un amido ottenuto dalle radici di una pianta perenne e longeva, la Pueraria lobata, pianta nota proprio per la forza delle sue radici che penetrano nel terreno in profondità e quindi, secondo l’Ayurveda, molto yang.

Il kuzu è usato a scopo terapeutico fin dall’antichità, in particolare in Asia. La caratteristica del kuzu è di addensarsi con la cottura ed assumere una consistenza gelatinosa una volta freddo. Questo lo rende ingrediente molto fruibile in cucina per addensare creme dolci, frutta cotta e passati di verdura. Il suo sapore è neutro.

Il kuzu, però, può essere usato a scopo terapeutico proprio come propone la medicina cinese, in modo particolare per trovare beneficio in caso di intestino e stomaco infiammati. Questa radice può essere utile anche in caso di raffreddore, di stanchezza, quando si sente la necessità di depurarsi.

Sono in particolare le sue caratteristiche antinfiammatorie ed alcalinizzante a rendere il kuzu un equilibrante dell’intestino e un vero e proprio gastroprotettore.

Kuzu per intestino e reflusso, come si usa?

Il kuzu aiuta a sfiammare l’intestino e riporta l’equilibrio. Blocca la diarrea, calma le coliti e allo stesso tempo è in grado di contrastare la stipsi.

Allo stesso tempo grazie alle proprietà alcalinizzanti, il kuzu tampona ed assorbe l’acidità in eccesso e lenisce le mucose gastriche, favorisce inoltre la digestione. I classici sintomi da reflusso come bruciore di stomaco, tosse secca, rigurgiti, dolore retrosternale, possono attenuarsi dopo un paio di settimane.

Questa antica radice può essere usata anche in caso di gastrite, di diverticolite, di colon irritabile, di difficoltà di digestione e di meteorismo, ma anche per gestire altri disagi che trovano le loro radici in un intestino infiammato come emicrania, fibromialgia e stati depressivi.

kuzu
Kuzu per intestino e reflusso

La medicina cinese suggerisce di usare il kuzu insieme alla prugna umeboshi, tipico alimento orientale ricco di fibre e potente antinfiammatorio. A mio avviso, possiamo ugualmente ottenere un rimedio efficace anche senza l’uso delle prugne umeboshi, ingrediente spesso difficile da reperire, costoso e dal gusto particolare non sempre gradito.

Il kuzu è una sorta di fecola compatta che si acquista in barattolini di vetro. Il suo aspetta ricorda il gesso, lo possiamo trovare a pezzetti più compatti o sbriciolati.

Per usare il kuzu per il benessere dell’intestino e per contrastare il reflusso basta sciogliere la fecola di kuzu nell’acqua fredda, falla bollire un attimo e poi farla raffreddare. Se ne consumano un paio di cucchiai a stomaco vuoto prima dei pasti. La quantità è di circa un cucchiaino ogni 100 ml di liquido.

Io sono abituata a preparalo ogni due-tre giorni. Verso in un pentolino il contenuto di mezzo bicchiere di acqua ed aggiungo uno o due cucchiaini di kuzu. L’acqua deve diventare bella bianca. Poi faccio bollire e lascio raffreddare.

Questo gel di kuzu può diventare più o meno denso in base alla quantità di polvere usata, facciamo delle prove, il risultato è ugualmente efficace, cerchiamo quella consistenza che più ci è gradita.

Il kuzu va assunto lentamente, tenendolo un poco in bocca, concentrandosi sul momento e sull’accoglienza.

Io uso spesso questo rimedio, lo prendo quando sento che il mio corpo ne ha bisogno, quando si attiva qualche bruciore di stomaco, quando mi sento stanca, soprattutto nei cambi di stagione. Già dopo qualche giorno ne sento il beneficio. Solitamente basta una “cura” di due settimana per gestire i disagi di cui soffriamo.

Consigliamo anche: Il kuzu, come usarlo in cucina?

Fragole al kuzu

Corsi di Isabella Vendrame

Edito da

Psicologa food coach, esperta di alimentazione ed igiene naturale, di tecniche di rilassamento e mindfulness, vegan food blogger, segue attraverso consulenze online le persone nel cambio di alimentazione e di stile di vita. Conduttrice radio/tv, attrice ed autrice di libri per bambini e ragazzi. Suo il blog www.isabellavendrame.com in cui trovare articoli e ricette. Segue da diversi anni un'alimentazione vegetale e senza glutine, genuina e naturale, uno stile di vita che le ha regalato salute, sorriso e benessere.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO