Veggie life for Veggie people
 

Mandorle attivate, cosa sono e come farle?

Abituarsi a consumare le mandorle attivate è una buona abitudine di benessere, scopriamo cosa sono e come farle

Le mandorle sono un alimento molto consumato, ma per beneficiare al meglio dei suoi nutrienti è necessario attivarle; scopriamo quindi cosa sono le mandorle attivate e come farle in casa.

Negli ultimi anni abbiamo riscoperto il valore della frutta secca come fonte di nutrimento e di benessere. Ci siamo abituati a consumare le mandorle così, al naturale, oppure ad usarle per realizzare biscotti, bevande e formaggi vegetali.

Le mandorle un alimento prezioso e versatile, ricche di proteine vegetali, di fibre, di antiossidanti, di grassi buoni, sono fonte di calcio, di magnesio e ferro. Fanno bene a tutti, ovviamente senza esagerare, non andando oltre i circa 30 gr al giorno.

La loro scelta ovviamente è fondamentale e il mio consiglio è di evitare quelle economiche del supermercato di provenienza estera e di preferire un prodotto bio ed italiano che ci regala delle vere eccellenze! Attivare le mandorle è una pratica facile ed estremamente benefica che ci permette di godere al massimo di tutti i benefici di questi stupendi frutti oloesi.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Veggie Channel (@veggiechannel)

Mandorle attivate, cosa sono e come farle in casa?

Le mandorle attivate sono mandorle sottoposte ad un processo di ammollo di circa 8-12 ore. L’ammollo in acqua a temperatura ambiente consente alle mandorle di prendere vita, di germinare ed aumentare così la biodisponibilità di alcune vitamine del gruppo B, dei minerali e degli antiossidanti contenuti. Oltre a questo l’ammollo consente di espellere gli antinutrienti tra cui, ad esempio, l’acido fitico che possono interferire con l’assimilazione di alcuni nutrienti.

Le mandorle attivate, grazie all’ammollo, risultano maggiormente digeribili e diventano un vero e proprio integratore naturale. Dopo l’ammollo le mandorle possono essere mangiate così come sono e in questo caso saranno morbide e molto gradevoli, possono essere usate per preparare una bevanda vegetale o una crema spalmabile, ma per essere conservate necessitano di una fase di essiccatura.

L’essiccazione delle mandorle può essere fatta con la luce del sole soprattutto in estate, ancor meglio in casa grazie ad un essiccatore domestico Tauro Biosec. Impostando il nostro essiccatore ad una temperatura inferiore ai 50 gradi, ad esempio scegliendo l’impostazione P3 a 42 gradi, possiamo mantenere le nostre mandorle crude, vive ed integre.

mandorle attivate, essiccatore Biosec Tauro essiccatori
essiccatore biosec Tauro essiccatori

Essiccare le mandorle ci permette di avere sempre a disposizione mandorle attivate. Si possono conservare a lungo, anche un anno, se bene conservate in una scatola di latta o vetro, riposte in dispensa, meglio al riparo dalla luce. Prepariamone quindi in quantità per fare una buona scorta da consumare piano piano nel tempo.

Sono da preferire le mandorle con la buccia, così come, ad esempio, anche le noci, questo perché proprio nella buccia si conservano la maggior parte degli antiossidanti tra cui flavonoidi, carotenoidi, tannini ed acidi fenolici oltre che preziosa fibra prebiotica beneficia per la microflora intestinale. L’attivazione rende la buccia maggiormente digeribile e tollerata anche dagli intestini più delicati.

Mandorle attivate, quali benefici?

Riassumendo, le mandorle attivate sono da preferire e far diventare una nostra nuova abitudine di benessere. Certo, le mandorle in generale fanno bene e sono promotrici di salute, ma se ci piacciono e siamo abituati a consumarle, è bene almeno provare questa pratica.

I principali benefici delle mandorle attivate sono quindi le seguenti.

  • Maggiore digeribilità.
  • Riduzione degli antinutrienti.
  • Maggiore disponibilità di vitamine e minerali.
  • Maggior apporto di proteine vegetali.
  • Maggiore potere antiossidante.
  • Migliore assorbimento dei nutrienti.
  • Maggior sapore e migliore consistenza.

Consigliamo anche: Perché è meglio ammollare la frutta secca?

Edito da

Psicologa food coach, esperta di alimentazione ed igiene naturale, di tecniche di rilassamento e mindfulness, vegan food blogger, segue attraverso consulenze online le persone nel cambio di alimentazione e di stile di vita. Conduttrice radio/tv, attrice ed autrice di libri per bambini e ragazzi. Suo il blog www.isabellavendrame.com in cui trovare articoli e ricette. Segue da diversi anni un'alimentazione vegetale e senza glutine, genuina e naturale, uno stile di vita che le ha regalato salute, sorriso e benessere.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO