Veggie life for Veggie people
 

Panettone vegano, quale scegliere?

I nostri suggerimenti per scegliere un panettone vegano buono e in linea con il nostro benessere, per mangiare in modo consapevole anche a Natale

La tradizione vuole sulle nostre tavole un classico dolce di Natale come lo sono il panettone e il pandoro. Come scegliere il nostro panettone vegano? Vi suggeriamo oggi come indirizzare i vostri acquisti e procurarvi un panettone vegano buono e allo stesso tempo in linea con il nostro benessere.

Io sono dell’idea che se abbiamo sviluppato un modo di nutrirci consapevole ed attento, questo vada mantenuto sempre, anche nelle occasioni di festa. Ovviamente l’occasionalità del pranzo di Natale o del cenone di Capodanno, possono consentirci l’assaggio di quegli alimenti che non porteremo mai in tavola in modo continuativo, ma questo non significa approfittare di cibi industriali e trasformati perché il nostro corpo richiede rispetto, sempre!

Oggi rispetto a qualche anno fa è possibile trovare facilmente dei dolci di Natale vegani e anche la grande distribuzione si è attrezzata. Nei principali supermercati, infatti, è possibile trovare panettoni vegani classici o con le gocce di cioccolato di diversi brand.

La scelta migliore, sarebbe quella di rivolgersi a una pasticceria o ad un forno che realizza dolci vegani con ingredienti di qualità, ma non tutti abbiamo questa possibilità, soprattutto per chi abita in piccole città. A facilitare il compito, però, ci sono siti di prodotti artigianali con l’e-commerce, ma anche negozi bio. Il nostro compito quindi, è solo quello di capire quale panettone vegano scegliere e a cosa fare attenzione per fare un acquisto consapevole.

Panettone vegano, quali ingredienti?

Quando scegliamo un panettone vegano è opportuno ricercare un prodotto realizzato con ingredienti di qualità e possibilmente bio. È importante, ad esempio, che venga usato del lievito madre, che sia prevista una lunga lievitazione naturale, che le farine usate siano integrali e possibilmente da grani antichi, che non ci sia olio di palma e che la margarina vegetale usata sia di qualità, cosa importante, che non ci siano mono e digliceridi degli acidi grassi.

Quindi ricapitolando, un panettone vegano che unisca gusto e benessere deve avere o non avere questi ingredienti.

Sì ad ingredienti quali:

  • pasta madre
  • farina di farro
  • farina senatore cappelli
  • farine integrali di frumento 0
  • margarina con olio di girasole e burro di karitè
  • olio extravergine
  • zucchero integrale o sciroppo d’agave o acero

No, ad ingredienti quali:

  • farina di frumento 00 e non biologica
  • glutine di frumento
  • zucchero a velo
  • margarina vegetale con olio di palma
  • mono e digliceridi degli acidi grassi

Successivamente è importante leggere l’etichetta anche per quanto riguarda la tabella nutrizionale e fare attenzione ai valori dei grassi saturi e il contenuto di zuccheri. In linea generale, minori sono questi due valori, e più avremo a che fare con un dolce di Natale vegano gentile con la nostra salute.

Panettone vegano, quale scegliere?
Panettone vegano, quale scegliere?

Panettone vegano, quale scegliere?

Ecco i miei suggerimenti dopo essere stata in alcuni negozi bio e vegani di Roma e dopo aver consultato con attenzione il web, suggerimenti che tengono conto degli ingredienti appunto, della qualità e del rapporto qualità prezzo.

  • Dolce Natale Vegano di farro con gocce di cioccolato, Baule Volante. Questo dolce di Natale è facilmente reperibile nei negozi bio oppure online. Il prezzo è estremamente sostenibile soprattutto poiché si tratta di un prodotto davvero ottimo e garantito da un’azienda di qualità. Lievito madre a garanzia di sofficità e digeribilità. Zucchero di canna, farina di farro, olio di girasole e karitè. Povero di zuccheri rispetto alla media generale (19 g su 100 gr) e dai contenuti grassi saturi.
  • Dolce Natale bio Farro ed uvetta, La finestra sul cielo. Per chi cerca un panettone vegano classico questo è perfetto. Farina di farro, lievito madre naturale di farro, senza olio di palma, con uvetta sultanina ed olio essenziale di arancio. Rispetto al precedente il contenuto di zuccheri è un po’ maggiore, 25 gr su 100, da tenerne presente in caso di persone con problemi di glicemia. Prezzo ottimo e facilmente reperibile nei negozi bio.
  • Dolce Natale Vegan, Probios. Disponibile nella versione classica con uvetta, nella versione golosa farro e cioccolato, anche con frutti rossi. Un prodotto di massima qualità, realizzato con pochi ingredienti come lievito naturale di pasta acida, sciroppo d’agave e zucchero integrale, olio di girasole e burro di karitè. Una scelta davvero ottima per un prodotto facilmente reperibile e dal giusto prezzo. Pochi grassi saturi e un contenuto di zuccheri in media con i principali dolci vegani di Natale.
  • Dolce di Natale soffice vegano, della pasticceria Dolcerubino. Un dolce di Natale spettacolare, morbido, artigianale, realizzato con pochi ingredienti come bevanda di soia, burro di cacao e olio di girasole. Nella versione simil pandoro e nella versione panettone con frutti rossi. Si tratta di un prodotto di pasticceria, ovviamente dal costo più alto e più difficilmente reperibile, lo si trova nei negozi vegani o tramite contatto diretto sulla pagina fb della pasticceria.
  • Vegoro, biscottificio Guerra. Quattro pandori e panettoni plant based per accontentare tutti i gusti. Dal classico pandoro, per ritrovare i sapori ed emozioni di quando eravamo piccini, fino ai golosissimi dolci con crema di pistacchio, con glassa al cioccolato, con arance ed uvette. Pochi ingredienti biologici, burro di karitè e di girasole, zucchero grezzo di canna, curcuma, vaniglia e scorza di arancia al posto dei classici aromi dei panettoni industriali. Zuccheri in media con gli altri prodotti così come i grassi. Reperibile online sul sito dell’azienda. Buon rapporto qualità prezzo.
  • Dolce Natale con Arancia Candita e Gocce di Cioccolato, Fior di Loto. Un prodotto dolciario a lievitazione naturale, con ingredienti essenziali biologici di qualità e senza olio di palma. Ottimo rapporto qualità prezzo e facilmente reperibile nei negozi bio oppure online. Zuccheri maggiori rispetto alla media, 27 gr ogni 100 gr di prodotto. Attenzione a chi ha la glicemia alta, da mangiare semmai con un paio di noci.
  • Panettone al Farro e cioccolato Vegano Bio, Decaro. Reperibile online questo altrettanto valido dolce di Natale. Ingredienti di qualità, senza conservanti o aromi artificiali, solo un po’ più costoso rispetto ai panettoni vegani Probios, Finestra sul cielo e e Baule Volante.
  • Panettone Vegano Senatore Cappelli con uvetta, Sotto le Stelle. Farina di qualità, impasto lievitato 16 ore con pasta madre, realizzato in uno stabilimento bio dedicato all’interno del quale non è ammesso alcun prodotto di origine animale. Buono il contenuto di zuccheri, sotto la media con 21 gr su 100 gr di prodotto. Prezzo in linea, si trova soprattutto nei negozi online.

Eviterei, invece, l’acquisto di panettoni vegani industriali reperibili nei supermercati e dal basso costo, come il panettone vegano coop. Non fatevi abbagliare da dolci di Natale costosi, ma solo modaioli come la stella di natale vegana al pistacchio di Cannavacciulo, in vendita ad un costo stellare, ricca di grassi (11 gr di saturi), con un lista lunga di ingredienti tra cui i mono e digliceridi degli acidi grassi. Come anche da brand noti come Vergano o Fraccaro, famose aziende dolciarie i cui prodotti però non spiccano proprio per la qualità degli ingredienti.

Consigliamo anche: Quali dolci si mangiano a Natale nel mondo?

I dolci per Natale: perché scegliere il pandoro e panettone vegan

Bastoncini di Natale speziati

Edito da

Psicologa food coach, esperta di alimentazione ed igiene naturale, di tecniche di rilassamento e mindfulness, vegan food blogger, segue attraverso consulenze online le persone nel cambio di alimentazione e di stile di vita. Conduttrice radio/tv, attrice ed autrice di libri per bambini e ragazzi. Suo il blog www.isabellavendrame.com in cui trovare articoli e ricette. Segue da diversi anni un'alimentazione vegetale e senza glutine, genuina e naturale, uno stile di vita che le ha regalato salute, sorriso e benessere.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO