Veggie life for Veggie people
 

Quali cibi mettere in frigorifero?

Il caldo richiede un uso maggiore del frigorifero, ma non tutto va messo lì; scopriamo insieme quali cibi mettere in frigorifero e quali no

Nei mesi caldi siamo abituati a riporre la maggior parte del cibo in frigorifero, ma non tutto richiede di essere conservato lì. Scopriamo quali cibi, quale frutta e verdura, è meglio mettere in frigo e quali no.

Abbiamo paura che la frutta maturi troppi in fretta, che le verdure si guastino, che farine e frutta secca vadano a male. Così, per non sbagliare, mettiamo tutto al fresco in frigorifero. Molti cibi hanno una concreta necessità di essere conservati in frigorifero, ma altri, rischiano invece di rovinarsi poiché temono l’umidità e le temperature troppo basse.

In generale è importante tenere conto della stagione e della temperatura che abbiamo in casa perché ovviamente certi cibi in inverno possiamo tranquillamente tenergli fuori mentre in estate è meglio riporli al fresco.

Quale frutta mettere in frigorifero e quale no?

Partiamo con la frutta visto che la stagione calda ci regala abbondanza di frutti molto deperibili che richiedono una cura particolare.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Veggie Channel (@veggiechannel)

Frutta dentro il frigorifero: Frutti di bosco, fragole (almeno che non le consumiamo in giornata), melone quando è aperto, anguria quando è aperta, fichi.

Teniamo presente che alcuni tipi di frutti producono più etilene rispetto ad altri e questo velocizza il processo di maturazione. Teniamo quindi conto che se teniamo fuori dal frigorifero albicocche, pesche, mele, banane, pere ed avocado, questi frutti maturano più rapidamente. Valuteremo noi se è opportuno rallentare la maturazione con la conservazione in frigorifero.

Frutta fuori dal frigorifero: Banane che altrimenti diventano con la buccia nera e perdono consistenza, limoni, ananas, melone, pesche soprattutto se dure, albicocche, avocado, cocco, susine, kiwi, papaia, mango.

Ricordo che è bene consumare la frutta non troppo acerba e a causa del caldo è facile trovare sui banchi del fruttivendolo pesche, albicocche, prugne ed altri frutti molto indietro con la maturazione e pertanto è meglio conservarli fuori dal frigorifero, magari in un cassetto o una dispensa lontana da fonti di calore.

Isabella Vendrame, banana
quali cibi mettere in frigorifero

Quali verdure conservare in frigorifero e quali no?

Consideriamo ora le verdure che, il più delle volte, siamo abituati a riporre in frigorifero sempre, senza mai chiederci se sia giusto o meno.

Verdure dentro il frigorifero: Insalata e tutte le verdure a foglia verde da riporre nel cassetto degli ortaggi, carote, sedano, cetrioli, asparagi, cavoli, champignon, zucchine meglio se in una busta di carta per riparale dall’umidità, altrimenti, se consumate in un paio di giorni, anche fuori dal frigorifero, questo accorgimento va bene anche per melanzane e peperoni.

Verdure fuori dal frigorifero: Patate, pomodori che al freddo perdono sapore, aglio, cipolle, zucca.

Altri cibi da conservare in frigorifero in estate

Ci sono alcuni alimenti che durante l’inverno possiamo tranquillamente conservare in dispensa ma che, nella stagione più calda, necessitano di una conservazione al fresco.

Parlo della cioccolata, delle creme spalmabili di frutta secca aperte, dei semi di lino o altri semi acquistati già macinati.

L’olio di lino poiché si irrancidisce facilmente.

Ovviamente le bevande vegetali aperte.

Le farine integrali, se le consumiamo in poco tempo possiamo tenerle in una dispensa lontana da fonti di calore, ma se apriamo una confezione e sappiamo già che la useremo dopo un po’ di tempo, magari andiamo via di casa un paio di settimane per le vacanze, meglio riporla in frigorifero.

Stesso discorso vale per la farina di mandorle e per il riso integrale. Tutto questo per evitare antipatiche farfalline o vermetti.

Anche la frutta secca sgusciata come mandorle, noci e nocciole, se siamo abituati ad acquistare confezioni da un chilo per avere a disposizione la nostra scorta, è meglio conservarla in frigorifero.

Non dimenticate fuori dal frigorifero la salsa di soia, uvette e datteri.

Edito da

Psicologa food coach, esperta di alimentazione ed igiene naturale, di tecniche di rilassamento e mindfulness, vegan food blogger, segue attraverso consulenze online le persone nel cambio di alimentazione e di stile di vita. Conduttrice radio/tv, attrice ed autrice di libri per bambini e ragazzi. Suo il blog www.isabellavendrame.com in cui trovare articoli e ricette. Segue da diversi anni un'alimentazione vegetale e senza glutine, genuina e naturale, uno stile di vita che le ha regalato salute, sorriso e benessere.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO