Veggie life for Veggie people
 

Sciroppo di riso, cos’è e come si usa?

Scopriamo cos’è e come si usa lo sciroppo di riso, dolcificante naturale per sostituire lo zucchero e il miele

Tra i molti dolcificanti naturali in commercio, lo sciroppo di riso rappresenta sicuramente un’ottima scelta; scopriamo insieme cos’è e come si usa.

La sua consistenza è simile al miele e il gusto è delicato e non eccessivamente dolce. Avere a disposizione nella nostra dispensa dei dolcificanti naturali per le nostre ricette è importante per garantirci benessere.

Eliminare lo zucchero bianco è il primo passo da fare in termini di salute, mentre eliminare il miele lo è se siamo mossi da una scelta esclusivamente etica.

In commercio esistono diversi tipi di dolcificanti naturali, e, a mio avviso, lo sciroppo di riso rappresenta un’ottima scelta, purché ovviamente si tratti di un prodotto bio, italiano e di qualità. Rispetto ai dolcificanti tradizionalmente usati dai vegani come sciroppo d’agave oppure d’acero, lo sciroppo di riso è un alimento maggiormente sostenibile poiché italiano e non estero come gli altri due prodotti, nello specifico provenienti da Messico e Canada.

Partiamo sempre dal presupposto che la cosa più importante è imparare a ridurre la quantità di dolcificante, poiché gli zuccheri creano infiammazione. Il segreto è rendere lentamente la nostra bocca un pochino meno dolce ed abituarci a sapori più delicati ed autentici.

Sciroppo di riso, che cos’è?

Lo sciroppo di riso è un dolcificante ricavato in modo naturale dall’amido contenuto nel riso, solitamente riso integrale, grazie all’azione di enzimi aggiunti nel processo di lavorazione.

La partenza è la farina di riso a cui viene aggiunta acqua e questa soluzione viene sottoposta a processi enzimatici e di fermentazione. Questa fase converte gli amidi presenti nel riso in zuccheri più semplici. L’acqua viene infine separata e il prodotto finale è uno sciroppo denso e dolce.

La scelta del riso integrale è importante perché permette di ottenere uno sciroppo con un contenuto di minerali quali magnesio e potassio che altrimenti andrebbero persi nel processo di raffinazione.

È importante che lo sciroppo di riso sia non solo integrale, ma soprattutto biologico ed italiano, per evitare il rischio possa contenere arsenico.

Sciroppo di riso, caratteristiche:

  • contiene glucosio, fruttosio e maltosio
  • contiene meno calorie dello zucchero, circa un terzo di meno
  • ha un indice glicemico leggermente più contenuto rispetto allo zucchero
  • contiene piccole quantità di magnesio, potassio, ferro, calcio e sodio
  • è senza glutine
sciroppo di riso
sciroppo di riso

Sciroppo di riso e malto di riso, differenze

Non bisogna confondere lo sciroppo di riso con il malto di riso, quest’ultimo ottenuto con l’aggiunta di orzo germogliato i cui enzimi scindono l’amido del riso in zuccheri più semplici.

Il malto di riso, vista la presenza dell’orzo, contiene glutine. Si tratta, però, di un dolcificante decisamente interessante da un punto di vista salutare poiché contiene prevalentemente maltosio e poco fruttosio. Ricordo che il fruttosio contrasta la leptina che è quell’ormone che solitamente ci avverte quando siamo sazi e ci suggerisce di non mangiare più!

Sciroppo di riso, come usarlo?

Il mio invito è quello di abituarsi ad usare i dolcificanti non per addolcire le bevande, ma solo per dare dolcezza alle nostre ricette. Se proprio ne sentiamo il bisogno, lo sciroppo di riso è sicuramente adatto, cercando di non andare oltre un cucchiaino a tazza e non oltre un paio di cucchiai in caso di torte e biscotti.

Lo sciroppo di riso, vista la sua delicata dolcezza e consistenza simile al miele si presta soprattutto per:

  • dolcificare una tisana
  • dare dolcezza a una crema pasticcera o a un budino
  • essere spalmato su una fetta di pane integrale, magari insieme a della frutta secca o una crema di mandorle
  • dolcificare un dolce soffice, mentre per le frolle preferite uno zucchero di cocco o zucchero grezzo che rendono migliorano la consistenza della frolla.
Edito da

Psicologa food coach, esperta di alimentazione ed igiene naturale, di tecniche di rilassamento e mindfulness, vegan food blogger, segue attraverso consulenze online le persone nel cambio di alimentazione e di stile di vita. Conduttrice radio/tv, attrice ed autrice di libri per bambini e ragazzi. Suo il blog www.isabellavendrame.com in cui trovare articoli e ricette. Segue da diversi anni un'alimentazione vegetale e senza glutine, genuina e naturale, uno stile di vita che le ha regalato salute, sorriso e benessere.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO