Veggie life for Veggie people

Se credete che lo zucchero a velo sia un ingrediente fondamentale per le nostre ricette, vi sbagliate di grosso! Sostituiamolo insieme!

Non so voi, ma io ho impiegato diverso tempo a staccarmi dall’idea di completare le mie torte con la classica spolverata di zucchero a velo, a tal punto da arrivare a ritenere questo ingrediente davvero indispensabile ed insostituibile. Perché quanto tiri fuori dal forno la tua torta, così semplice e così “spoglia”, la tentazione di darci la famosa spolverata è davvero grande!

Non tanto per l’aggiunta dolce, ma soprattutto per quel favoloso effetto scenografico che rende tutto più attraente… Perché, diciamolo, se c’è qualche difetto, una bruciatura o un risultato estetico un po’ dubbioso, questo ingrediente ha il magico ruolo di ricoprire e nascondere tutto! Chi di noi non ha mai approfittato di questo simpatico escamotage?

ADV
corso di ecoprinting

E poi non possiamo dimenticare che certi dolci della nostra tradizione come galani, chiacchere e frittelle, come il pandoro o la torta paradiso, ecco, senza la nevicata di zucchero a velo, non sarebbero più riconoscibili!

Come prima cosa consapevolezza…

Per mettere in atto questo cambiamento ho lavorato dapprima sulla consapevolezza. È fondamentale prendere atto e capire che cos’è questo così “indispensabile” ingrediente. Lo zucchero a velo non è altro che quello bianco raffinato ridotto in una polvere finissima.

Avete mai provato a farlo in casa tritando lo zucchero? Ecco, non otterrete mai un risultato così setoso e brillante.

Questo perché a livello industriale vengono usati vari espedienti per ottenere un risultato attraente ed idrorepellente in modo che sulla superficie dei dolci non si crei una patina umida.

ADV
congresso ssnv

Vengono usati, infatti, alcuni additivi come il fosfato di calcio (potenzialmente nocivo per la sua capacità di legare il calcio e dunque di sottrarlo all’organismo) e alcune farine, come quella di mais, ad esempio, o proteine del latte, per rendere il prodotto finale più appetibile e di lunga conservazione.

Attenzione quindi se abbiamo scelto di eliminare ogni alimento di origine animale o se abbiamo intolleranze al lattosio e al glutine… Sì, perché può contenere anche quello.

Consapevolezza significa anche tenere conto dell’impatto di questo ingrediente sulla nostra salute e lo zucchero a velo non aggiunge certo niente di buono alla nostra ricetta, ma solo glucidi e calorie.

ADV
corso di ecoprinting

La glicemia aumenta, si favorisce l’infiammazione del nostro organismo, l’obesità e alteriamo la nostra percezione del gusto che ci chiederà alimenti sempre più dolci.

Il mio cambiamento era già in atto e avevo iniziato a preparare torte e biscotti ricchi di nutrimento, di minerali, fibre, con pochi zuccheri naturali presi dalla frutta e un contenuto indice glicemico. Sarebbe stato un vero peccato rovinare il tutto con quella spolverata di zucchero a velo aggiunto più che altro per automatismo…

Cosa fare allora per contrastare questa abitudine?

Come prima cosa sviluppare in noi il concetto che semplice è bello, che imperfetto lo è ancora di più poiché sinonimo di naturalezza, di genuino e di vero. Quindi, dolci e biscotti anche così, senza nulla sopra possono essere ugualmente attraenti…

Se invece desideriamo o non riusciamo proprio a staccarci dall’esigenza di ricoprire le nostre torte con qualcosa, scegliamo ingredienti sani che anziché aggiungere vuote calorie, portino altro nutrimento e una vera marcia in più!

Ecco alcuni suggerimenti su come sostituire lo zucchero a velo con ingredienti naturali e genuini.

Cannella

La mia preferita. Regala dolcezza e profumo. Energizzante, cardiotonica, favorisce apprendimento e memoria, antivirale e soprattutto ipoglicemizzante, poiché aiuta a tenere a bada la glicemia!

Ne otterremo un risultato in termini di salute completamente opposto rispetto allo zucchero. Si sposa perfettamente con le torte alle mele, con dolci e biscotti arricchiti con frutta secca. Da usare soprattutto in autunno-inverno per la sua capacità scaldante.

Cacao amaro

Una spolverata di golosa bontà. A chi non piace? Regala una sferzata di buon umore oltre che un’aggiunta di antiossidanti, magnesio, ferro e proteine vegetali. Certo non si presta a tutte le ricette, ma è ideale sui biscotti o torte realizzate con il grano saraceno o con il teff, per i dolci con le pere e le mele, per le crostate con la crema.

Zucchero a velo
Zucchero a velo

Farina di carruba

Dolce e nutriente, ricostituente e benefica per stomaco ed intestino. Può essere usata al posto del cacao per chi non tollera o non gradisce la caffeina, poiché ricordo, la carruba non contiene né caffeina né teobromina. Da usare come per il cacao.

Granella o farina di frutta secca

Di nocciole e pistacchi, di mandorle o noci. Aggiunge fibre e proteine vegetali e pertanto aiuta a rallentare il rilascio di zuccheri del nostro dolce.

Uso spesso la farina di mandorle per il sapore delicato e praticamente neutro che si adatta davvero a qualsiasi ricetta. Le granelle invece sono un’aggiunta più invadente, ma molto golosa e nutriente, rendono il dolce particolarmente ricco.

Si possono “appiccicare” a torte e biscotti spalmando come base del cioccolato fondente fuso o della crema di frutta secca.

Farina di cocco

Dona un gusto esotico e sfizioso. Perfetto per crostate e dolci soffici soprattutto estive, si abbina a torte al cacao, all’ananas o alla banana. Io la preferisco rispetto al cocco rapè, poiché delicata e più impercettibile, ma per praline creme al cucchiaio anche questo ingrediente può essere molto utile.

Sciroppo di acero

Se proprio desiderate aggiungere qualcosa di dolce, piuttosto dello zucchero a velo sono sempre da preferire dolcificanti naturali. Provate quello di acero, usatissimo per i pancake. Ricco di nutrienti in particolare zinco e manganese, è composto prevalentemente da saccarosio, è poco calorico e ha un ridotto indice glicemico.

Come sempre non rimane che provare, creare accostamenti e dare libero spazio alla fantasia. Andiamo oltre le cose scontate, oltre le abitudine ed apriamoci al nuovo! Vedrete che non richiederà nessun sacrificio.

Isabella Vendrame

Naturalmente Free

Edito da

Isabella Vendrame, ideatrice e conduttrice della serie Genuino Gluten Free, segue da diversi anni un’alimentazione vegetale e senza glutine, uno stile alimentare che le ha ridato salute, sorriso e benessere. Psicologa oltre che scrittrice ed attrice, segue attraverso consulenze online chi necessita di sostegno emotivo, motivazionale e pratico durante la delicata fase del cambio di alimentazione e di stile di vita. Si occupa anche di tecniche di rilassamento e mindfullness. Suo il blog Naturalmente Free in cui trovare articoli e ricette.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO