Veggie life for Veggie people

Una semplice ricetta per realizzare il budino ai mirtilli vegano con soli tre ingredienti

L’arrivo del caldo fa aumentare la voglia di ricette fresche e piacevoli, come quella del budino ai mirtilli vegano, un dessert con soli tre ingredienti.

Il budino è un dolce gelatinoso, dal sapore di vaniglia, cacao o frutta, molto di moda negli anni Ottanta, ma ancora presente nelle case degli italiani. È quel tipico dessert fresco, molto amato da bambini e ragazzi, che si prepara in casa per rallegrare una merenda o una serata estiva in compagnia.

Ogni ricetta ha una sua storia e vi siete mai domandati da dove deriva la parola budino? Ecco, quello che per noi è un dolce fresco e goloso, una volta non era propriamente così! Sembra che il termine budino derivi dal latino botellus e cioè salsiccia questo perché in origine i budini erano degli impasti preparati nel budello di un animale che veniva poi avvolto in un telo, messo in uno stampo e poi fatto bollire.

Per avere delle preparazioni simili a quelle attuali bisogna arrivare circa nel Settecento quando si diffusero sulle tavole dei nobili mousse e creme cotte. Ingrediente tradizionalmente usato per molti budini è la gelatina, alimento di origine animale ottenuto dal collagene degli animali. La gelatina oggi viene per lo più sostituita da ingredienti addensanti come amido, gomma di guar oppure agar agar come faremo noi per questa ricetta di budino ai mirtilli vegano.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Veggie Channel (@veggiechannel)

Budino ai mirtilli vegano, come si prepara?

Per realizzare un budino vegano serve poco tempo e pochi e semplici ingredienti tra cui l’indispensabile agar agar, una polvere ricavata da un’alga rossa che ha il potere di dare una consistenza gelatinosa ai liquidi in cui viene sciolta. L’agar agar ha un sapore neutro e si presta ad ogni tipo di preparazione, dolce o salata che sia, a cui desideriamo conferire una consistenza gelatinosa.

A differenza, infatti, di una crema pasticcera vegana, oppure di una crema cotta, la sensazione che dobbiamo ottenere nel budino è proprio quella fresca e particolare della gelatina. Il risultato deve essere leggero, quello di mangiare una cosa rinfrescante, dal sapore delicato e che non pesa sulla digestione, cosa che, invece, potrebbe fare una panna cotta.

L’agar agar è in vendita in qualunque negozio bio in comode bustine da unire a freddo al liquido che desideriamo gelatinizzare. In questa ricetta, l’agar agar va semplicemente sciolto nella bevanda vegetale e portato a bollire, passaggio necessario per attivarlo. Lo stato gelatinoso si conquista una volta raffreddata la preparazione.

budino ai mirtilli vegano
mirtilli

Ho scelto come bevanda vegetale il latte riso mandorla, dolce e grasso allo stesso tempo, ma potete usare anche una bevanda di avena oppure di mandorla.

A fine cottura ho unito i mirtilli, alla fine, proprio per diminuire i danni del calore ed infine, dolcificato a piacere. I mirtillo, a mio avviso, si prestano per realizzare molti dessert come crostate e dolci soffici. Ora è il momento di acquistarli perché si avvicina la loro stagione, è più facile trovarli bio ed italiani. In alternativa, a questo budino vegano alla frutta possono essere unite fragole, lamponi, oppure semplice cacao.

Ingredienti (per 4 persone):

  • 500 ml di bevanda vegetale bio a scelta come riso-mandorla
  • 3 gr agar agar
  • 100 gr circa di mirtilli più 20 gr per decorare
  • 1 cucchiaio di sciroppo di riso o altro dolcificante (facoltativo)

Versate in un pentolino la bevanda vegetale, unite l’agar agar, mescolate e fate bollire un paio di minuti. Spegnete il fuoco, versate i mirtilli, il dolcificante e frullate con il frullatore ad immersione.

Versate in ciotoline, bicchieri oppure stampi da budino. Fate raffreddare in frigorifero almeno un paio di ore. Consumate entro 3 giorni.

Il budino ai mirtilli vegano può essere servito con dei mirtilli e delle scaglie di mandorle, oppure con della composta di mirtilli, oppure ancora con una salsina ottenuta frullando mirtilli o altra frutta come fragole insieme a un cucchiaino di dolcificante. Io l’ho portato in tavola con una crema ottenuta frullando un paio di cucchiai di anacardi ammollati insieme a un cucchiaio di mirtilli!

Consigliamo anche: Budino di chia e okara di cocco

Budino vegano di fichi e mandorle

Edito da

Psicologa food coach, esperta di alimentazione ed igiene naturale, di tecniche di rilassamento e mindfulness, vegan food blogger, segue attraverso consulenze online le persone nel cambio di alimentazione e di stile di vita. Conduttrice radio/tv, attrice ed autrice di libri per bambini e ragazzi. Suo il blog www.isabellavendrame.com in cui trovare articoli e ricette. Segue da diversi anni un'alimentazione vegetale e senza glutine, genuina e naturale, uno stile di vita che le ha regalato salute, sorriso e benessere.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO