Veggie life for Veggie people

Piatto gustoso a basso contenuto calorico da abbinare a varie preparazioni come contorno

Piatto umilissimo ma tutt’altro che irrilevante nel contesto di una dieta sana.

Le cipolle infatti contengono composti protettivi e la cottura con il latte di soia e senza l’uso di olio ci regala un piatto gustosissimo, a bassissimo contenuto calorico ma contestualmente molto saziante, che può essere abbinato a varie altre preparazioni come contorno.

ADV
corso di ecoprinting

Io le ho usate come contorno dei crostini di polenta con le taccole. Quando ho visto le cipolline sul banco dell’ortofrutta non ho potuto resistere e le ho prese: erano purtroppo le ultime, e sarebbero un po’ grandine per l’uso che ne ho fatto.

Cercate quindi di trovare delle cipolle adatte per “la Tecia”, cioè piccole e piatte, che si cucinano quindi velocemente e in modo uniforme.

Ingredienti

  • 10-15 cipolline
  • il liquido di scarto del tofu
  • 1 cucchiaino abbondante di miso
  • latte di soia qb

Preparazione delle cipolle in tegame al latte di soia

Lavare e pulire bene le cipolle.

In un tegame capiente versare un po’ di liquido di scarto del tofu (o latte di soia) e stemperare il miso.

ADV
corso di ecoprinting

Mettere le cipolle nel tegame, girandole in entrambi i lati nel liquido, e porle sul fuoco.

Man mano che si consumano, aggiungere latte di soia.

Quando le cipolle diventano brune e il latte si è ben consumato e coagulato, togliere dal fuoco e lasciar raffreddare prima di spostarle, altrimenti si rischia che si sfaldino.

ADV
corso di ecoprinting

Come da mia tradizione, consiglio di non consumarle subito ma lasciarle insaporire in un contenitore chiuso, da riporre in frigo, riscaldando solo quelle che verranno consumate.

Consigliamo anche: Cipolle cedrate con tofu

Sigari di zucchine e patate su letto di cipolle

Latte di soia fatto in casa

Tofu fatto in casa

Tofu vellutato casalingo

Consigli per la lettura

“Il piatto sostenibile. Salute ed ecologia si incontrano in cucina. Con 90 ricette per stare bene e pesare meno sul mondo”, Luciana Baroni e Alberto Berto

“Il piatto Veg. La nuova dieta vegetariana degli italiani”

“Il piatto Veg Mamy. La dieta vegetariana per la mamma e il suo piccolo”

Che cosa successe anni fa nella vita della Dott.ssa Luciana Baroni, medico e presidente di SSNV (Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana), che la portò a decidere di abbandonare la dieta onnivora per abbracciare quella vegana? La mia storia di medico, vegan dal 2001 – Dott.ssa Luciana Baroni.

Cipolle in tegame al latte di soia
Latte di soia
Edito da

Luciana Baroni è medico, specialista in Neurologia, Geriatria e Gerontologia, Fisiatra, con peculiare interesse nella diagnosi e cura delle malattie neurodegenerative. Ha inoltre un diploma di Master universitario internazionale in Nutrizione e Dietetica, ed è Presidente di Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana-SSNV, Associazione di Promozione Sociale non-profit, che ha fondato nel 2000. Autrice e curatrice di numerosi articoli e pubblicazioni divulgativi e scientifici su riviste nazionali e internazionali, concernenti salute, alimentazione e stile di vita. Ha tenuto conferenze e corsi in molte città d’Italia sui temi dell’alimentazione vegetariana, intervenendo anche a programmi radiotelevisivi. Nel 2005 ha ideato il metodo VegPyramid, evoluto nel 2015 nel metodo PiattoVeg, una guida alimentare aggiornata per l’alimentazione vegetariana. Autrice-coautrice di 14 opere, la più recente è Il Piatto Sostenibile (Enea ed).

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO