Veggie life for Veggie people
 

Essiccatore in casa, perché averlo e quali vantaggi?

Approfondiamo un attrezzo utile in cucina, l’essiccatore, perché è bene averlo in casa e quali sono i vantaggi di usarlo

Non ancora così diffuso, l’essiccatore è invece un attrezzo che dovremmo abituarci ad avere in casa. I vantaggi nell’usarlo sono davvero molti, non solo per la nostra salute, scopriamoli insieme.

Frutta, verdura, erbe aromatiche, cereali… sono davvero molti gli ingredienti che possiamo essiccare.

Tecnica di conservazione antichissima, processo naturale garantito dall’esposizione solare, l’essiccazione non è più qualcosa di stagionale, come quando in estate si mettevano i funghi raccolti sul balcone ad essiccare per garantirci il nostro risotto ai porcini invernale, oppure si appendeva a testa in giù in una stanza i fiori di lavanda appena raccolti. Oggi con un pratico strumento possiamo facilmente essiccare in casa tutto quello che desideriamo quando lo desideriamo, in ogni momento dell’anno.

Il processo di essiccazione non riguarda solo la conservazione dei cibi poiché grazie alla diffusione della cucina crudista abbiamo imparato che con questo strumento si possono realizzare ricette squisite.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Veggie Channel (@veggiechannel)

Con un essiccatore in casa, ad esempio, possiamo creare dei crackers, una granola di cereali per la colazione, delle chips di verdure per l’aperitivo, tantissime golosità a base di frutta, cereali e pseudocereali germinati.

L’essiccatore, infatti, è diventato uno strumento immancabile nelle case di chi segue un’alimentazione vegetale tendenzialmente crudista. Si tratta di uno strumento munito di ventola ad aria calda che asciuga i cibi dall’umidità senza cuocerli mantenendo così inalterati i valori nutrizionali. Ricordo che un alimento può definirsi crudo se sottoposto ad una temperatura entro i 40-45 gradi.

Essiccare, cosa significa?

Essiccare un alimento significa privarlo della sua umidità attraverso il calore. Questo processo si svolge a bassa temperatura tra i 30 e i 60 gradi. In questo modo ogni alimento essiccato può essere conservato nel tempo poiché viene impedito a batteri e microorganismi di prolificare.

La fase di essiccazione richiede un tempo che varia in base agli ingredienti. In generale gli alimenti vanno tagliati sottili, disposti sui ripiani e il tempo po’ variare dalle 12 alle 36 ore. L’unica garanzia che abbiamo è che non andremo mai a bruciare frutta, verdure ed erbe aromatiche come potrebbe accadere in forno a temperature più alte.

essiccatore biosec Tauro essiccatori
essiccatore biosec Tauro essiccatori

Essiccatore, quali vantaggi?

I vantaggi nell’uso dell’essiccatore sono davvero molti e più si usa, più si scoprono con entusiasmo. Elenco qui i principali.

  1. Riduzione dello spreco. Con l’essiccatore possiamo essiccare bucce, ovviamente di alimenti biologici, ma anche gli scarti dell’estrattore per delle tisane.
  2. Conservazione nel tempo. Possiamo essiccare la frutta e la verdura di stagione e conservarla anche un anno. In questo modo possiamo realizzare un dolce con le fragole a dicembre o un risotto agli asparagi ad ottobre.
  3. Aumentare il consumo di alimenti crudi. Grazie a questo strumento possiamo realizzare pane, crackers, biscotti crudisti, integri delle loro proprietà nutrizionali. Con un po’ di pratica possiamo veramente rivoluzionare il nostro modo di mangiare e trarne importanti benefici per la nostra salute. Ad esempio, con l’essiccatore possiamo facilmente consumare le mandorle ammollate e germinate, fiocchi di cereali fatti in casa, possiamo trasformare e rendere più appetibili cereali germinati e germogli.
  4. Scelta attenta della materia prima. Possiamo imparare a dire di no alla frutta essiccata dei negozi, spesso ricca di conservati, coloranti e zuccheri aggiunti, partendo da una materia prima selezionata, bio e a km zero. Il costo sarà sicuramente inferiore rispetto alla frutta secca essiccata acquistata in un negozio bio.
  5. Risparmio. Con l’essiccatore possiamo dare valore a tanti ingredienti semplici ed economici come alle erbe aromatiche del nostro giardino, ai tantissimi pomodorini del nostro orto, alle bucce delle mele che di solito gettiamo via. Lo strumento dell’essiccatore come consumi non incide sulla nostre bollette, come invece farebbe l’uso del forno anche se usato a bassa temperatura. Fare da noi, in generale, garantisce sempre un risparmio economico.

Avere in casa un essiccatore è quindi una scelta, naturale, ecologica, salutare, pratica, aggiungo anche creativa e divertente. L’essiccatore non è uno strumento pericoloso e per la sua semplicità ci permette di usarlo anche insieme ai bambini per creare tante cose originali.

Consigliamo anche: Come essiccare al sole frutta e verdura?

Agrumi essiccati per tisane

Edito da

Psicologa food coach, esperta di alimentazione ed igiene naturale, di tecniche di rilassamento e mindfulness, vegan food blogger, segue attraverso consulenze online le persone nel cambio di alimentazione e di stile di vita. Conduttrice radio/tv, attrice ed autrice di libri per bambini e ragazzi. Suo il blog www.isabellavendrame.com in cui trovare articoli e ricette. Segue da diversi anni un'alimentazione vegetale e senza glutine, genuina e naturale, uno stile di vita che le ha regalato salute, sorriso e benessere.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO