Veggie life for Veggie people

La visualizzazione, 7 errori da evitare

Non sempre la visualizzazione funziona. Conoscendo queste regole, avrete la chiave per compiere i miglioramenti che desiderate, su di voi e nella vostra vita!

La visualizzazione è lo strumento più potente per la trasformazione interiore di una persona, per diventare quella persona che tu vuoi veramente essere, per sviluppare le tue capacità e per avere una marcia in più nella vita.

Le visualizzazioni sono anche lo strumento più efficace per intervenire negli avvenimenti della tua vita e portarla verso un’esistenza più appagante e più felice. Vengono usate da migliaia di anni in molte culture diverse nel mondo con risultati davvero straordinari.

ADV
Gel peeling Seacret

Però molto spesso succede che le visualizzazioni non funzionino. A volte le persone immaginano fortemente di poter realizzare qualcosa ma poi nella vita reale tutto ciò non si concretizza.

Possono esserci numerosi motivi per cui le visualizzazioni non accadono nella vita reale. Il maestro Carlo Mea, insegnante del metodo De Rose, li ha sintetizzati in 7 punti principali.

La visualizzazione non può cambiare la volontà altrui

Ciò che tu visualizzi non può interferire nella volontà di un’altra persona. Se tu immagini che una determinata persona si innamori di te, anche se fai questo più volte al giorno… se l’altra persona non vuole o non ha questo desiderio, non accadrà mai che lei s’innamori di te.

Non abbiamo piena padronanza sugli obiettivi che dipendono da altri

Non abbiamo piena padronanza su obiettivi che dipendono anche da altri. Quando tu visualizzi un obiettivo che dipende anche da altre persone, quest’obiettivo sarà dipendente dall’atteggiamento e dai pensieri delle altre persone che sono coinvolte in questo obiettivo.

Mancanza di persistenza

Molto spesso le persone praticano le visualizzazioni per il raggiungimento di un obiettivo un paio di volte e poi non vedendo alcun risultato nella realtà, lasciano perdere credendo che questo non funzioni.

ADV
corso di ecoprinting

Ovviamente le trasformazioni della realtà richiedono persistenza. Non c’è un modo per quantificare quante volte sia necessario fare le visualizzazioni perché queste funzionino. Questo dipende dal tipo di obiettivo, dalla qualità dell’esecuzione della visualizzazione e dalla dimensione della trasformazione che desideri realizzare.

Atteggiamento passivo

Un altro dei motivi per cui le visualizzazioni spesso non accadono è che le persone le fanno in maniera passiva. È molto comune l’immagine del “chiedi e ti sarà dato”. Però non è solo nella domanda che ci dobbiamo muovere. Le visualizzazioni sono uno strumento attivo nel processo di trasformazione della realtà.

Non si tratta di chiedere a una “volontà” esterna a noi e poi aspettare che sia questa o che sia l’universo a realizzare quell’obiettivo per te. Invece devi essere tu che persistendo con quel tipo di pensieri finirai per creare nella tua vita reale le condizioni per far sì che la realtà che avevi immaginato si trasformi in qualcosa di concreto e tangibile.

ADV
Mineral-Rich Clarifying Mud Mask

La visualizzazione deve essere emotiva e multisensoriale, non solamente immagini

Un altro dei motivi è causato proprio dalla parola “visualizzazione”, cioè “visuale” o anche “immaginazione”. Le visualizzazioni non sono altro che una forma d’immaginazione attiva e consapevole. Questo processo però non è fatto soltanto d’immagini.

La visualizzazione diventa veramente efficace quando è eseguita in modo multisensoriale e anche emotivo. Questo significa che devi vivere nella tua mente ciò che desideri che accada, devi visualizzarlo come se tu già lo vivessi, come se quello fosse già realtà in quel momento, rendendolo il più reale possibile nella tua mente. Ed è lì che diventa veramente potente.

Mancanza di convinzione

È fondamentale, per far sì che le visualizzazioni si cristallizzino nella realtà visibile, che tu ne sia perfettamente convinto.

Se tu invece fai le tue visualizzazioni e subito dopo lasci che nella tua mente passino pensieri del tipo “Ma forse questo non funziona… Ma chissà se è vera questa cosa…” Se fai questo, ti stai mettendo i bastoni tra le ruote, stai creando quello che viene chiamato un autosabotaggio.

Per essere veramente convinto che ciò che tu stai visualizzando accadrà, Carlo Mea suggerisce di fare l’esperimento delle 2 piantine di fagiolo. Nello stesso luogo e con la stessa quantità di acqua, una piantina viene cresciuta con amore, mentre l’altra con disinteresse. La prima piantina di fagiolo crescerà molto meglio e molto di più rispetto la seconda. Questo famoso esperimento è affascinante e straordinario e ti fa comprendere come tu puoi trasformare la realtà anche quella al di fuori del tuo corpo.

visualizzazione, 7 errori
meditazione

Pensieri controproducenti durante il resto del giorno

L’ultimo dei 6 motivi per cui le visualizzazioni possono non funzionare è perché molto spesso anche se le persone fanno le visualizzazioni ogni giorno, con disciplina, essendo concentratissimi, rendendole veramente emotive e multi sensoriali, però durante il resto della giornata i loro pensieri non sono in linea con quell’obiettivo e quindi controproducenti per il raggiungimento di quel fine.

Se in quei 5 minuti sei veramente concentrato e fai tutto per bene ma poi nella gran parte della tua giornata tu riempi la tua testa di pensieri negativi o addirittura contrari al tuo progetto visualizzato, allora quei 5 minuti ti saranno completamente vani.

Consigliamo anche: Contemplare, cosa significa e perché fa bene?

Libro “Visualizzazione: Il Potere Di Trasformare La Realtà”, Carlo Mea

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO