Veggie life for Veggie people
 

Yantra Yoga, l’antico Yoga Tibetano del Movimento

Uno degli antichi sistemi di yoga della tradizione buddhista tibetana, lo Yantra Yoga permette di scoprire la nostra vera natura attraverso il movimento corporeo

Lo Yantra Yoga è l’antico Yoga Tibetano del Movimento, caratterizzato da posizioni praticate in sequenze dinamiche legate ai diversi aspetti della respirazione. Il suo fine è rendere la persona consapevole del proprio stato fisico, energetico e mentale. Tutte le sequenze hanno dei precisi benefici sulla salute in quanto lo Yantra Yoga è strettamente legato alla medicina tibetana. Inoltre prepara la mente alla meditazione sviluppando uno stato di profondo rilassamento interiore.

Lo Yantra Yoga è uno dei più importanti e antichi sistemi di yoga della tradizione buddhista tibetana. Yantra, in tibetano Trulkhor, vuol dire movimento corporeo, ma anche macchina e figura geometrica. Yoga, generalmente tradotto come Unione, in tibetano si dice Naljor, ‘nal’ vuol dire originale, autentico; ‘jor’ vuol dire scoprire, possedere, e quindi il significato di Naljor è scoprire la propria vera natura. Pertanto Yantra Yoga vuol dire scoprire la nostra vera natura attraverso il movimento corporeo.

ADV

Numerosi sono gli Yantra descritti nel canone buddhista (Tengyur) e sono tutti collegati a pratiche del Veicolo del Vajrayana. Lo yantra trasmesso dal maestro Chögyal Namkhai Norbu è un sistema chiamato Nyida Khaljor che si traduce come Unione del sole e della luna. Questa pratica è stata trasmessa dal M° Padmasambhava, che introdusse il Vajrayana in Tibet. Tra i suoi discepoli vi era Vairochana (VIII° sec.), che era anche un grande traduttore, e che per primo mise per iscritto l’insegnamento di questa pratica di yantra yoga che fino a quel momento era stata trasmessa solo oralmente.

Oltre a questo prezioso testo, la trasmissione orale di questo yantra e delle relative istruzioni, indispensabili per una vera comprensione, sono arrivate fino ai nostri giorni seguendo un lignaggio ininterrotto da maestro a discepolo. Si è diffuso in Occidente negli anni ’70 grazie al Maestro Chögyal Namkhai Norbu e ancora oggi gli insegnanti sono qualificati direttamente e unicamente dal Maestro. Nel 1976 scrisse un commentario dettagliato al testo di Vairochana: “Un limpido specchio di gioielli, commento allo Yantra unione del sole e della luna”.

Caratteristiche dello Yantra Yoga

Lo Yantra Yoga Unione del Sole e della Luna è interessante dal punto di vista storico in quanto è il più antico testo sullo Yoga che si conosca oggi. Infatti tutti i testi di Hatha Yoga giunti fino a noi risalgono a epoche successive e il più antico è dell’XI° secolo.

Altra caratteristica interessante di questo Yoga è l’ampiezza dei suoi contenuti, infatti comprende ben 108 esercizi.

ADV
full-banner 1199x200 germoglioSi

È composto da una serie di preliminari:

  • espirare l’aria impura,
  • cinque tsigjong (tendere, scuotere, tirare, flettere, ruotare),
  • otto lungsang (inspirazione lenta, trattenuto aperto, trattenuto direzionato, espirazione veloce, inspirazione veloce, trattenuto chiuso, trattenuto con contrazione, espirazione lenta),
  • cinque tsadul (massaggiare, distendere la caviglia, ruotare le braccia, chiudere le ascelle, stirarsi).

Ci sono poi cinque gruppi di yantra, composti ognuno da un pranayama e cinque yantra, ognuno dei quali ha ulteriori sequenze per sviluppare e progredire.

Le sette posizioni del loto.

ADV

Infine, l’onda del vajra, che chiude ogni sessione di pratica.

L’obiettivo da raggiungere attraverso la pratica è quello di rilassare il corpo, la voce (o energia) e la mente, requisito indispensabile per scoprire la nostra condizione naturale. Controllando e rilassando il corpo attraverso l’esecuzione dei movimenti, il prana ritrova il suo equilibrio naturale, la condizione degli elementi e la salute migliorano.

Equilibrando l’energia, gli ostacoli diminuiscono e anche la mente si rilassa portando a vedere opportunità la dove prima le stesse erano oscurate da stress e stanchezza, avendo al contempo un approccio più aperto e ricettivo di tutte le potenzialità che ci circondano.

Fulvio Grosso
Yantra Yoga

Il corpo esegue movimenti e mantiene delle posizioni; l’energia viene coordinata attraverso varie tecniche di respirazione, chiamate pranayama; e la mente visualizza o si concentra su qualcosa per andare oltre il pensiero discorsivo e il giudizio favorendo una contemplazione profonda. Lavorando quindi contemporaneamente su corpo, voce e mente, abbiamo la possibilità di raggiungere la vera conoscenza.

Fulvio Grosso

sito: Il Meridiano Olistico
fb: Yantra Yoga Roma – Yoga Tibetano
e-mail: fulviogrossoyoga@gmail.com
cell: +39 333 5775526

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO