Veggie life for Veggie people

Vegano etico licenziato patteggia in tribunale, l’azienda dovrà rimborsarlo

Grande vittoria per il vegano etico Jordi Casamitjana e per la lotta alla discriminazione contro i vegani nel mondo

Jordi Casamitjana, vegano etico licenziato dalla League Against Cruel Sports, patteggia in tribunale durante il secondo blocco di udienze e verrà risarcito. Jordi racconta le vicissitudini durante gli appelli. Come sarà la sua vita dopo questa grande vittoria?

“La seconda fase del mio caso è terminata a mio favore. È stato un buon risultato positivo per me. È successo che entrambe le parti hanno concluso un accordo. Verrò risarcito per essere stato licenziato. Hanno anche rilasciato una dichiarazione pubblica dicendo che non avevo fatto nulla di male, che l’unica ragione per cui mi avevano licenziato era legata alle comunicazioni che avevo avuto con i miei colleghi sul loro accordo pensionistico. E non c’era niente di sbagliato in entrambe le comunicazioni che erano motivate a causa del mio credo filosofico nel veganismo etico.

ADV
verdesativa

Il che significa che sono stato rivendicato, il che significa che il caso è finito, il che significa che posso andare avanti con la mia vita dopo tre anni in cui ho lottato fino alla fine. Significa che hanno anche risolto il problema delle pensioni che io ho evidenziato. La Lega ora ha cambiato il proprio fondo pensionistico e non verserà più alle compagnie di vivisezione. In sostanza, ho raggiunto ciò che mi sono prefisso di raggiungere all’inizio ed è fantastico per me.

Vegano etico licenziato patteggia in tribunale

Non è stato sempre così facile. Erano previsti 10 giorni di drove. Abbiamo dovuto rivedere tutto, siamo arrivati a questa conclusione in sei giorni. Abbiamo avuto cinque giorni di prove in cui io ho testimoniato e loro hanno testimoniato. E quello che succedeva è che ogni giorno vedevo che il mio caso si stava rafforzando. Più prove io portavo, più prove producevano tutti i testimoni, e più il mio caso diventava forte. Alla fine le prove erano così forti che si sono resi conto che non potevano vincere nulla e su questo abbiamo concluso un accordo.

Hanno accettato molte cose, quelle più importanti. Alla fine, nella loro dichiarazione pubblica, che ora è visibile in tutti i social media, hanno detto di avermi ringraziato per aver sollevato il problema della pensione. Perché grazie a quello che ho fatto, sono riusciti a cambiare il loro fondo pensione. Il che è positivo in quanto va bene non solo per me, ma per tutte le persone coinvolte, per tutti i sostenitori, per tutti i donatori. È un risultato positivo per tutti.

Risarcimento per essere stato licenziato

Riceverò un risarcimento. Non posso divulgare l’importo perché è riservato, non fa parte dell’accordo e non lo posso dire. Non l’ho fatto per il risarcimento. L’ho fatto per la mia reputazione. E questo è stato l’aspetto più importante per me. La mia reputazione ora verrà ripulita perché ora faranno una dichiarazione pubblica che dice che non c’è nulla di sbagliato in quello che ho fatto. Ciò mi consentirà di trovare lavoro in futuro, in quanto tutte queste cose per le quali sembrava che avessi fatto qualcosa di sbagliato o che mi fossi comportato male, sono finite. Posso affrontare qualsiasi lavoro in futuro perché tutti sapranno che non ho mai fatto niente di male.

ADV
full banner 1199x200 verdesativa

Ottenere soldi dal crowdfunding per pagare le spese legali

Ne ho ottenuti abbastanza per iniziare il processo e sono riuscito ad ottenere un accordo con i miei avvocati per non essere addebitato all’inizio dell’udienza, anche se non avevo abbastanza soldi per pagare loro. Mi avrebbero fatto pagare in seguito. Ed è stato positivo perché significa che avrei potuto farlo anche se non avessi raggiunto l’obiettivo. E ora posso pagarli grazie alla compensazione. Quindi tutti verranno pagati e tutti sono contenti. Grazie anche a più di 500 persone che hanno donato per il mio crowdfunding. Ciò mi ha permesso di arrivare così vicino alla vittoria da poter convincere i miei avvocati che il caso era così forte da consentirgli di andare avanti senza essere pagati con la speranza di vincere. Perlomeno avrei avuto una compensazione e li avrei potuti pagare in seguito. Ed è quello che è successo.

L’effetto della mediatizzazione sui diritti degli animali e dei vegani

È uno degli aspetti più importanti del mio caso. Perché se avessi vissuto l’intero processo, ma senza mediatizzazione, o se avessi vinto questa causa legale, ma nessuno l’avesse mai scoperto, non avrebbero prodotto alcun effetto. La cosa importante per la protezione del veganismo è che le persone sappiano che il veganismo e ogni vegano etico sono protetti. Non c’è bisogno di arrivare all’estremo di andare in tribunale per cambiare il mondo. Bisogna dire alla gente che se non fanno le cose giuste, potrebbero finire in tribunale. Nessuno vuole finire in tribunale e sprecare tempo e denaro. Guarda il mio caso, sono stati due anni di contenzioso. È molto tempo e molti soldi. Meglio evitare. E l’unico modo per evitare questo è l’effetto terrore. Ovvero la gente, conoscendo quali sono le conseguenze, non discrimineranno i vegani, perché sanno che se lo facessero, potrebbero avere delle conseguenze.

Questo si ottiene solo diffondendo le notizie. Ora tutti ne parlano, tutti i datori di lavoro sanno questo e anche tutti i dipendenti. Ecco perché è stato positivo che ci fosse così tanta pubblicità per questo caso di un vegano etico, questo ha prodotto un effetto in 10 giorni. Ora si possono già vedere gli effetti, senza andare in tribunale o minacciando un’azione legale, si vedono già cambiamenti positivi nel modo in cui i datori di lavoro trattano i dipendenti vegani. Questo è ciò che dovrebbe sapere bene qualsiasi datore di lavoro e questo dovrebbe essere abbastanza chiaro da impedire alle persone di creare problemi, invece di andare e spendere un sacco di soldi.

ADV
Caso Jordi Casamitjana
Vegani etici protetti dalla legge

Il prossimo passo: trovare un lavoro

Ora che non sono più macchiato di colpa, devo trovare un lavoro. Perché in questi due anni questo caso ha preso tutto il mio tempo, la mia energia e la mia mente. Per questo motivo, anche se ho cercato costantemente di trovare un lavoro, non sono riuscito a trovarlo. Spero ora di essere in grado di dedicare il mio tempo a cercare un lavoro adeguato, se qualcuno mi darà un lavoro. Quindi tutto tornerà come prima che tutto ciò accadesse.

Quando il mio nome è stato in un certo senso “ripulito”, spero che d’ora in poi sarò in una posizione migliore e che potrò avvicinarli. Ma è comprensibile, a volte ci sono casi giudiziari, soprattutto se attacchi un’organizzazione per la protezione degli animali, altre organizzazioni per la protezione degli animali potrebbero chiedersi chi ha ragione e potrebbero pensare che forse è meglio aspettare fino a quando non si scopre cosa è successo. Ora sappiamo cosa è successo e la verità è stata tirata fuori. Ora tutti sanno che non ho fatto niente di male. Quindi sono di nuovo assumibile.

Vegano etico Jordi Casamitjana: continuare a proteggere gli animali

Vorrei continuare la mia carriera nella protezione degli animali. Non importa quale animale proteggerò. Voglio solo lavorare, usare la mia esperienza e le mie conoscenze come ho fatto prima. Ovvero esperto di campagne, responsabile politico, responsabile di ricerca. Tutte materie di cui mi sono occupato e che mi hanno fatto progredire nella mia carriera da quando ero un semplice attivista fino ad arrivare più in alto, continuerei a fare questo.

Ma c’è una nuova dimensione tra le mie conoscenze. Sto diventando piuttosto esperto di diritti dei vegani. Non lo ero prima di questo caso. Potrei sviluppare anche questo. Quando lavorerò per le mie nuove organizzazioni in questa direzione potrei essere d’aiuto. Ora ho acquisito queste nuove competenze ma i miei soggetti sono sempre gli animali e la protezione degli animali. Sfruttare il mio background scientifico, la mia esperienza nel fare campagne, nel fare indagini e nella politica. Mettere tutto questo insieme per aiutare gli animali, ecco cosa voglio fare!”

Consigli per la lettura

Libro di Jordi Casamitjana “The Demon’s Trial”

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO