Veggie life for Veggie people
 

Pensare positivo, come si fa?

Allenarsi a pensare positivo è possibile, soprattutto è utile per eliminare preoccupazioni e cattivi pensieri

Questi ultimi due anni e la loro particolare gestione hanno creato in tutti noi pensieri e preoccupazioni negative. Paure, confusione, rabbia, oppressione. Imparare a pensare positivo nonostante tutto è possibile ed è un ottimo aiuto per trovare benessere e centralità, scopriamo quindi come si fa a pensare positivo.

Non si tratta di una frase detta tanto per dire, di un proposito irrealizzabile e privilegio di pochi ingenui, pensare positivo è una vera e proprio tecnica.

ADV
Gel peeling Seacret

Pensare positivo ci aiuta non solo in situazione di particolare stress, non solo per risollevarci da un evento particolarmente negativo, ma sempre, come forma mentis generale per approcciare alla vita.

Conta molto il contesto in cui viviamo e se siamo cresciuti in una famiglia volta a dare luce maggiormente alle cose belle rispetto agli aspetti più brutti, a valorizzare anche il lato positivo delle cose, ci sarà semplice allenare questa capacità o ritrovarla in noi.

Se al contrario siamo cresciuti in un contesto in cui tutto è sempre stato visto come negativo, se le cose brutte sono sempre state ingigantite e considerate insuperabili, sarà indubbiamente più difficile modificare schema di pensiero, ma vi assicuro non impossibile. Anzi, è proprio in questa situazione, se avete trovato in voi la consapevolezza di non riuscire mai a vedere qualcosa di positivo nella vostra vita, che bisogna urgentemente allenarsi a pensare positivo.

Pensare positivo, cosa significa?

Significa semplicemente contrastare pensieri e schemi negativi, sostituendoli con altri ottimisti e fiduciosi. Questo perché modificare i nostri pensieri incide fortemente sul nostro modo di essere, di vivere, di relazionarci, incide sulla nostra salute. Questa tecnica si basa sul fatto che la percezione della realtà non è solo oggettiva, ma viene influenzata dalla nostra visione delle cose. Dinnanzi ad una situazione possiamo reagire in molti modi diversi e quello che è importante è dare la direzione giusta ai nostri pensieri ed emozioni.

Questa teoria è stata messa in discussioni da molti, da chi soprattutto ritiene sia difficile attribuire alle cose un’etichetta di positivo, perché alle volte anche una cosa positiva può avere un risvolto negativo.

ADV
corso di ecoprinting

La mia esperienza, però, mi porta a consigliare l’importanza di dare maggiormente spazio nella nostra vita a un modo di vedere le cose meno carico di negatività e di allenarsi a trovare in ogni cosa e in ogni giornata degli aspetti positivi! E soprattutto nello scenario odierno, imparare a pensare positivo è un modo per rimanere centrati, per non lasciarsi travolgere dagli eventi e continuare ad avere una buona qualità della vita, nonostante la consapevolezza di stare affrontando una fase storica di cambiamento e difficoltà.

Pensare positivo, come si fa?

Coltiva pensieri positivi.

Cerca in tutte le cose di trovare un aspetto positivo. A fine giornata, ad esempio, impara ad annotare almeno una cosa positiva che ti è successa. Quando pensi ad una situazione, fermati sui tuoi pensieri. Sono tutti negativi? Sforzativi di trovare un risvolto positivo.

Parla in positivo.

Abituati ad usare parole positive, usando frasi ed affermazioni sorridenti, fiduciose, ottimistiche. È un modo concreto per direzionare i tuoi pensieri e rafforzarli.

ADV
Mineral-Rich Clarifying Mud Mask

Fai un elenco delle cose di cui sei grato.

Pensa a qualcosa di bello e piacevole che ti è capitato nella giornata e soffermati sulle cose belle che sicuramente hai.

Ricorda che le cose positive possono essere anche piccole cose come una giornata soleggiata, l’aver incrociato una persona che ci sta simpatica, l’essersi ben organizzati, il bacio dei nostri figli prima di andare a scuola, l’essere riusciti a dire grazie a qualcuno, ma anche la consapevolezza di avere una bella casa, di aver sposato la persona che desideravamo, di essere diventati genitori, di avere una amica che ci vuole bene.

Coltiva ottimismo ed umorismo.

Devi allenare il muscolo della positività imparando a vedere le cose belle ritenendo, ad esempio, le cose brutte come incidenti isolati, situazioni temporanee e non stabili nel tempo. Impara ad essere ironico, a sdrammatizzare, a ridere, ad essere più giocoso. Questo non vuol dire essere superficiali, immaturi o fuggire dalla realtà, ma solo alleggerire e direzionare verso un risvolto positivo.

cane
ottimismo

Dedica attenzione agli altri, a te stesso, fai sport e stai al sole.

Per imparare a pensare positivo è importante dare la giusta attenzione a se stessi e impegnarsi in attività che ci fanno stare bene come passare del tempo nella natura all’aria aperta e fare uno sport che ci piace. Dedichiamo anche tempo a chi ci sta attorno, in modo attivo e presente, ci farà stare bene ed aumenterà la nostra autostima.

Sii gentile e sorridi.

Come ci porgiamo verso gli altri è il primo modo per sviluppare positività. Impariamo a sorridere, a ringraziare, accogliamo gli eventi, non diamo giudizi frettolosi sulle cose. Usiamo meditazione e visualizzazione per rilassarci, ascoltarci senza giudicare, per trovare la giusta centralità e i colori belli della vita. Il mondo non è solo grigio o nero, ma una tavolozza di tante meravigliose sfumature colorate, basta solo imparare a vederle!!!

Corsi di Isabella Vendrame

Edito da

Isabella Vendrame, ideatrice e conduttrice della serie Genuino Gluten Free, segue da diversi anni un’alimentazione vegetale e senza glutine, uno stile alimentare che le ha ridato salute, sorriso e benessere. Psicologa oltre che scrittrice ed attrice, segue attraverso consulenze online chi necessita di sostegno emotivo, motivazionale e pratico durante la delicata fase del cambio di alimentazione e di stile di vita. Si occupa anche di tecniche di rilassamento e mindfullness. Suo il blog Naturalmente Free in cui trovare articoli e ricette.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO