Veggie life for Veggie people
 

Scottature da sole, rimedi naturali

Le scottature da sole possono essere molto fastidiose, trovare sollievo è possibile con dei semplici rimedi naturali, scopriamoli insieme

Quando ci esponiamo al sole, soprattutto nei primi giorni di vacanza, è facile incorrere in fastidiose scottature da sole; scopriamo come trovare sollievo da rossore e bruciore grazie ai rimedi naturali.

Chi non ha mai provato il fastidio di una scottatura da sole? Rossore, bruciore e spesso vescicole bianche sono una possibile conseguenza quando ci esponiamo le prime volte al sole, se stiamo al sole troppo tempo e soprattutto se non proteggiamo la pelle. Le regole di base prima dell’esposizione al sole sono due, proteggersi dal di dentro e proteggersi da fuori.

In che modo proteggere la pelle dal sole?

Primo, abituandosi nel periodo estivo a consumare alimenti protettivi della pelle come frutta e verdura ricca di betacarotene, di licopene, di vitamina C e di vitamina E. Benissimo, quindi, a generose insalate di carote e semi di girasole condite con limone ed olio extravergine di oliva, insalate di pomodori e rucola con scaglie di mandorla ed avocado, a idratanti fette di melone ed anguria, a frullati con pesche e datteri.

Secondo, proteggendo la pelle soprattutto nei primi giorni di esposizione con un adeguato filtro solare per i raggi UVA e i raggi UVB. Evitate l’acquisto di prodotti industriali ed economici, preferite prodotti bio e di alta qualità, altrimenti più che benefici rischiate di ottenere solo danni!

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Veggie Channel (@veggiechannel)

Scottature solari, quali rimedi naturali usare?

Le scottature solari, ovviamente non gravi, possono tranquillamente essere alleviate da semplici rimedi naturali. Si tratta per lo più di usare probabilmente cose presenti in casa, di facilissima reperibilità anche in vacanza.

Prima di elencare i principali e più efficaci rimedi naturali, suggerisco il mio personale, quello che mi ha regalato sempre sollievo. A casa oppure quando vado in vacanza porto con me un gel d’aloe naturale biologico da spalmare su corpo e viso non solo in caso di rossore o bruciore, ma sempre, dopo l’esposizione solare. L’aloe rinfresca, lenisce, disseta immediatamente la pelle regalandoci un piacevole senso di sollievo.

Altri rimedi naturali sono comunque di grande aiuto per attenuare le scottature solari.

  1. Impacco con ghiaccio. Sempre efficace, soprattutto se la scottatura è molto fastidiosa e crea intenso bruciore. Il freddo disinfiamma e vaso costringe, toglie il calore. In caso non sia possibile reperire del ghiaccio, possono andare bene degli impacchi con acqua molto fredda da tenere in posa ameno per 10 minuti.
  2. Fetta di cetriolo. Il cetriolo disinfiamma e rinfresca. Può essere usato a fette, oppure frullato volendo anche con uno yogurt vegetale, ovviamente bio, bianco e senza zuccheri, nutrienti e lenitivo.
  3. Impacchi con aceto di mele. L’aceto di mele è ottimo soprattutto in caso di prurito. Disinfiamma, disinfetta, rinfresca, va bene aggiunto a dell’acqua fresca con cui fare un impacco da tenere sulla pelle oppure nell’acqua del bagno.
  4. Bicarbonato di sodio. Questo ingrediente onnipresente in casa è un classico rimedio naturale della nonna. Diminuisce il prurito, sfiamma e bilancia il ph della pelle. Il bicarbonato può essere aggiunto all’acqua fresca della vasca da bagno (circa una tazzina da caffè), oppure è possibile creare una pastella con bicarbonato ed acqua ed applicarla direttamente sulla pelle.
  5. Camomilla. L’antinfiammatorio per eccellenza. È sufficiente preparare una tisana con la camomilla, farla raffreddare ed applicare con un batuffolo di cotone.
  6. Tè verde o nero. Anche il tè come la camomilla rappresentano un rimedio eccellente. Il procedimento è il medesimo. Il tè verde o nero che sia è ricco di antiossidanti che aiutano a ridurre l’infiammazione, è, inoltre, antibatterico.
tisana di camomilla
scottature da sole rimedi naturali

Scottature da sole, cosa non fare?

In caso di scottatura, evitate l’uso di oli.

Sicuramente applicare un buon olio di semi di lino, di oliva, di mandorla, di calendola oppure di cocco è una buona idea per dare idratazione e nutrimento alla pelle, ma il rischio è di sporcare la zona irritata poiché potrebbero appiccicarsi pulviscoli e sporco in generale. Questi oli vanno benissimo, ma applicati un paio di giorni dopo, quando sentiamo che la fase acuta si sta alleviando.

Un’altra cosa da non fare è esporsi di nuovo al sole. Oppure coprire semplicemente la parte scottata con un abbigliamento adeguato. Questo almeno per qualche giorno, in base alla intensità della scottatura.

Consigliamo anche: Cibi che proteggono la pelle dal sole, quali?

Maschera viso fai da te dopo sole, 5 ricette

Edito da

Psicologa food coach, esperta di alimentazione ed igiene naturale, di tecniche di rilassamento e mindfulness, vegan food blogger, segue attraverso consulenze online le persone nel cambio di alimentazione e di stile di vita. Conduttrice radio/tv, attrice ed autrice di libri per bambini e ragazzi. Suo il blog www.isabellavendrame.com in cui trovare articoli e ricette. Segue da diversi anni un'alimentazione vegetale e senza glutine, genuina e naturale, uno stile di vita che le ha regalato salute, sorriso e benessere.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO