Veggie life for Veggie people

La verità sull’inquinamento PFAS delle falde acquifere in Italia

Acque sotto assedio: la battaglia del movimento “Mamme No PFAS” contro l’inquinamento delle falde acquifere raccontata da un’attivista ambientale

L‘inquinamento PFAS delle falde acquifere è una crescente preoccupazione ambientale in Italia, con impatti significativi sulla salute e sull’ambiente. Giovanna Dal Lago, attivista del movimento “Mamme No PFAS”, ha condiviso la sua esperienza. Delle “donne in marcia per ambiente e salute” si è parlato anche nel numero di gennaio di Terra Nuova.

Giovanna Dal Lago ha iniziato il suo percorso dopo aver scoperto i livelli elevati di PFAS nel sangue dei suoi figli. Il suo impegno si è focalizzato sull’illuminare i pericoli di queste sostanze chimiche di sintesi, inodori, insapori e incolori, che sono persistenti nell’ambiente e bioaccumulabili nell’organismo umano. Giovanna sottolinea l’importanza della consapevolezza e dell’azione collettiva contro questo inquinamento silenzioso.

Cosa sono i PFAS?

I PFAS sono molecole chimiche di sintesi, caratterizzate da un forte legame tra floro e carbonio, che le rende resistenti alla degradazione e capaci di accumularsi negli organismi viventi. Questi composti, trovati in numerosi prodotti di consumo (come utensili da cucina, cosmetici e alcuni farmaci) e nell’acqua, rappresentano una minaccia significativa per la salute umana e l’ambiente, a causa della loro persistenza e bioaccumulazione. Le loro proprietà come interferenti endocrini possono influenzare negativamente il sistema metabolico umano.

La battaglia del movimento “Mamme No PFAS”

L’inquinamento PFAS, particolarmente problematico nelle falde acquifere, è stato un tema centrale nella lotta ambientale in Italia. Il movimento “Mamme No PFAS” è nato dalla necessità di affrontare questo problema e di proteggere la salute delle future generazioni. Le mamme hanno unito le forze per condividere informazioni, sostenersi a vicenda e lottare contro l’inquinamento.

Il movimento si è esteso oltre i confini locali, stabilendo connessioni con gruppi simili in altre regioni e paesi, rafforzando la loro causa a livello globale.

Giovanna sottolinea il ruolo fondamentale delle comunità locali e dei cittadini comuni nella lotta contro l’inquinamento. Attraverso azioni collettive, domande critiche e sensibilizzazione, le comunità possono esercitare pressione sui legislatori e sulle aziende per promuovere cambiamenti significativi. Tuttavia, sottolinea anche le sfide incontrate, tra cui la resistenza del sistema economico e la mancanza di legislazione adeguata per affrontare il problema.

Il messaggio alle generazioni future

Giovanna Dal Lago mette in luce la necessità urgente di affrontare l’inquinamento PFAS delle falde acquifere in Italia. Il movimento “Mamme No PFAS” rappresenta un esempio di azione comunitaria efficace, evidenziando l’importanza della consapevolezza e dell’impegno collettivo nella protezione dell’ambiente e della salute pubblica.

inquinamento PFAS falde acquifere
inquinamento PFAS falde acquifere

“Lottare sembra quasi essere in una guerra. A noi non piace questo termine di lotta, lo abbiamo trasformato in “lavorare” per non subire la vita, ma per affrontare le sfide e le difficoltà godendo di aver sempre fatto il proprio dovere in qualsiasi situazione. Questo è il nostro moto che vogliamo trasmettere ai nostri figli. Sicuramente non saremo noi da soli a risolvere, abbiamo bisogno di essere in una comunità, essere in tanti, un po’ come l’immagine del branco di pesciolini che sfugge al pescecane. La natura ce lo insegna: tanti pesciolini insieme confondono le fauci del pescecane. Abbiamo bisogno di tenerci uniti. E questo pescecane è il male, l’avarizia che abbiamo dentro, il profitto che offusca il bene comune, la salvaguardia della casa comune, quello che poi tutti noi ci teniamo – star bene e volersi bene.”

Mamme No PFAS

Terra Nuova Gennaio 2024

Terra Nuova sito web

Libro “Mamme ribelli. Le mille battaglie da nord a sud contro l’inquinamento e per la salute di tutti”, Linda Maggiori

Consigliamo anche: Come essere una famiglia sostenibile?

Edito da

Massimo Leopardi, co-fondatore e direttore di Veggie Channel. Da oltre un decennio, Massimo è un punto di riferimento nella comunità vegana italiana. Dal 2008, ha prodotto numerosi video, esplorando l'intersezione delle diete a base vegetale con salute, ambiente e diritti degli animali. Si distingue per un approccio basato su solide basi scientifiche e l'integrità professionale, con capacità che spaziano dalla scrittura, al filmmaking, all'editing video. Sempre pronto a ispirare con la sua competenza e sincerità.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO