Veggie life for Veggie people

Consigli nutrizionali del Dott. Hans Diehl per vincere il diabete di tipo 2 con l’assunzione di fibre solubili

L‘assunzione di fibre solubili può essere efficace per vincere il diabete di tipo 2. Lo si può tenere sotto controllo e in molti casi si può anche guarire definitivamente, questa è la magia delle fibre! Per sapere come vincere il diabete, seguite i consigli nutrizionali del Dott. Hans Diehl su Veggie Channel.

Fibre alimentari, due categorie principali: fibre insolubili, importanti nella gestione del peso, della costipazione, delle malattie diverticolari e probabilmente anche del cancro del colon retto. Poi ci sono anche le fibre solubili. Le fibre solubili si trovano principalmente nell’avena, nella frutta, si trovano nei semi di lino e si trovano soprattutto nei legumi, molto importanti in termini di gestione dei valori del colesterolo. Hanno un effetto benefico nel ridurre il valore LDL, il colesterolo “cattivo”. Non sono di grande impatto, ma sono molto utili.

ADV
verdesativa

Le fibre solubili come rimedio per vincere il diabete di tipo 2

Bisogna pensare anche alle fibre solubili per aiutare a stabilizzare i livelli di zucchero nel sangue, molto molto importante. È un dato di fatto, raccomandiamo ai nostri pazienti diabetici di assumere grandi quantità di amido. Amido? Amido, ma amido non raffinato. Amido come lo si trova in natura, protetto da fibra, fibra solubile.

Quando si assume questo tipo di amido che trovi nel mais, nel grano e anche nelle patate, e lo si combina con degli alimenti ricchi di fibre, scoprirete che questo tipo di amido non raffinato con tutta la sua fibra in realtà si convertirà in zucchero molto molto lentamente. A differenza dell’amido raffinato, che si trasforma molto rapidamente in zucchero per cui bisogna stare molto attenti in caso di diabete, non è la stessa cosa con il tipo di amido che è protetto da fibre.

fibre aspetto antisociale
magia fibre vincere diabete

In questo caso, il pancreas che produce insulina, sa esattamente quanta insulina deve essere prodotta, in modo che il corpo possa utilizzarla e funzionare molto bene ed efficacemente. Quindi dobbiamo davvero riconoscere che tutti gli amidi non sono uguali.

Ci sono amidi che sono protetti dalle fibre e i diabetici possono gestirli in modo molto efficace e in realtà lo preferiscono come fonte di energia, anziché proteine ​​e grassi. Inoltre, la fibra negli alimenti stabilizza i livelli di zucchero nel sangue e addirittura, come ho suggerito, riduce i livelli di zucchero nel sangue.

È un modo molto efficace non solo per contenere il diabete di tipo 2, ma anche di guarirlo. Certo, questo è un po’ sorprendente! Seguire una dieta ricca di amido per arrestare e invertire il diabete di tipo 2, esattamente!

ADV
full banner 1199x200 verdesativa

Assumere almeno una tazza di legumi ogni giorno

Questa è la nuova scienza. Se ne parla da circa 10-20 anni e lo si sa da oltre cento anni. Ma ora lo capiamo meglio. E così la fibra gioca un ruolo molto importante, così come la quantità di grasso nella dieta, nel corpo e nella singola cellula. Quando ciò accade e si riduce il contenuto di grassi nel corpo e nella cellula, l’insulina diventa più sensibile e il corpo inizia a lavorare in modo molto efficace nei pazienti diabetici, iniziando ad arrestare e invertire il processo della malattia. Quindi, di nuovo, le fibre alimentari svolgono un ruolo molto importante, in particolare le fibre solubili, come quelle che si trovano nei legumi. Davvero, lo diciamo sempre ai nostri pazienti diabetici: assicuratevi di assumere almeno una tazza di legumi ogni giorno. Quindi il diabete viene influenzato molto positivamente, in modo magico dall’assunzione di sufficiente fibra solubile.

Consigli per la lettura:

“Decidi di stare bene. La salute è una scelta non un destino”, Hans Diehl, Luciana Baroni

ADV
verdesativa

“Don’t Forget Fibre in Your Diet” Denis P. Burkitt

“Eat Right-To Stay Healthy and Enjoy Life More: How Simple Diet Changes Can Prevent Many Common Diseases”, Denis P. Burkitt

“Fibre Man: The Life-story of Dr. Denis Burkitt”, Brian Kellock

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO