Veggie life for Veggie people

Invecchiamento della pelle: come prevenirlo con l’alimentazione

Come prevenire l’invecchiamento della pelle? Jürgen Lademann, scienziato di fama internazionale, spiega come l’alimentazione sana aiuta a rimanere giovani più a lungo

L‘invecchiamento della pelle è uno degli argomenti su cui sta investigando il Prof. Jürgen Lademann nel “Centro di Fisiologia cutanea sperimentale e applicata” dell’Ospedale Charité a Berlino. Inizialmente ha studiato fisica, poi è diventato un ingegnere elettrico e alla fine un professore in dermatologia.

L’invecchiamento della pelle è correlato ad aspetti genetici, quindi guarda i tuoi genitori e saprai che cosa ti aspetta quando diventerai più anziano. Ma circa il 50% è nelle nostre mani e lo possiamo influenzare.

ADV
Gel peeling Seacret

Il sole è la prima causa dell’invecchiamento della pelle perché abbiamo bisogno del sole. Abbiamo bisogno della sintesi della vitamina D, ne abbiamo bisogno per sentirci bene ma è come il vino rosso: se ne bevi un bicchiere va bene, se bevi una bottiglia è un problema, dipende dalla quantità. Se superi la quantità critica, i radicali liberi vengono prodotti dalla pelle umana e questi radicali liberi sono delle molecole altamente reattive e possono distruggere cellule, compartimenti cellulari e anche le fibre elastiche. Le fibre elastiche, collagene e elastina, sono responsabili per avere una pelle bella e liscia.

Dobbiamo sviluppare i meccanismi di protezione contro l’azione di questi radicali liberi in forma di antiossidanti. Gli antiossidanti sono i carotenoidi, le anfetamine, i co-enzimi ma questi antiossidanti non possiamo produrli da noi ma dobbiamo introdurli attraverso diete salutari ricche di frutta e vegetali.

Abbiamo sviluppato circa dieci anni fa un sistema per individuare gli antiossidanti in maniera non invasiva nella pelle umana.

Quando cominciammo, non avevamo idea di che cosa potevamo aspettarci da questa investigazione. Così abbiamo chiesto ai nostri collaboratori ogni giorno prima di andare a pranzo di mettere il palmo della mano su questa macchina per essere misurati.

Abbiamo fatto questo per un anno e quello che abbiamo trovato sono state le impronte digitali dei comportamenti dei volontari che riguardano i comportamenti nutrizionali e relativi allo stress. Questo significa che se mangi molta frutta e verdura, hai un incremento, se hai delle malattie, gli antiossidanti si riducono nella pelle.

Poi abbiamo fatto un secondo studio nel quale determiniamo le condizioni che riguardano i raggi UV, le radiazioni della luce visibile, i raggi infrarossi. Questa è stata la base per lo sviluppo della protezione dal sole non solo contro lo spettro UV (cosa che si trova in vendita negli ultimi anni) ma ha anche contro i raggi dello spettro invisibile e i raggi infrarossi.

ADV
corso di ecoprinting

È stato interessante in questi 10 anni in cui abbiamo utilizzato questo sistema: se misuriamo qualcuno senza sapere la loro età e se questa persona ha un alto livello di antiossidanti, chiedendo successivamente quanti anni ha, scopriamo che questa persona sembra più giovane. Questo è una sensazione personale, la sensazione dei miei collaboratori.

E abbiamo pensato come possiamo focalizzarci in questo con gli studi dell’invecchiamento della pelle.

Così abbiamo fatto degli studi con volontari di 50 anni d’età, quindi tutti della stessa età. Abbiamo misurato la fronte, la fronte è un’area esposta ai raggi solari, le radiazioni del sole battono sulla fronte. Abbiamo misurato l’età della pelle tramite la topografia, che significa tramite la densità e la profondità dei solchi e delle rughe. E abbiamo misurato la concentrazione degli antiossidanti nello stesso posto.

Quello che abbiamo trovato è stato esattamente cosa aspettavamo: le persone con elevata densità di antiossidanti hanno una pelle bella e liscia, più giovane. Ma le persone che fumano o bevono alcolici con bassi livelli di antiossidanti hanno la pelle più vecchia. E in questo caso i volontari che non avevano la pelle migliore dicevano tutti: “Dobbiamo cambiare il nostro stile di vita per diventare più giovani”.

ADV
Gel peeling Seacret

Se la vostra pelle è così, non potete diventare più giovani ma certamente i cinquantenni possono cambiare il loro stile di vita e avere un beneficio per il futuro.

Sorprendente ricerca sui giovani

Ma in questo caso abbiamo deciso di andare in una scuola per rivolgerci agli studenti, perché i comportamenti nutrizionali e di stress cominciano con la formazione scolastica. Ci siamo rivolti agli studenti di questa scuola e per un mese li abbiamo misurati. Nel secondo mese di misurazione abbiamo chiesto loro di condurre una dieta più salutare, ricca di frutta e verdura, dormire meglio, smettere di fumare, smettere di bere alcolici.

Quando ho ricevuto i risultati degli studi del primo mese, diciamo studio placebo, sono stato sorpreso perché i livelli erano molto alti. Quindi sì, prendevano cura di loro stessi, perché sapevano di essere misurati, anche se non conoscevano risultati, ma stavano attenti.

La seconda parte è stata inaspettata perché è cominciato un gioco: “Chi è il re dei massimi livelli di antiossidanti”. Tutti cercavano di mangiare tanta frutta e verdura, fare sport, smettere di fumare, smettere di bere alcolici, e i livelli sono aumentati.

Dopo il secondo mese quando abbiamo finito, tutti erano dispiaciuti perché volevano continuare. Ma loro non sapevano che dopo mezz’anno saremmo tornati improvvisamente per misurarli di nuovo perché la domanda era: è una questione di mente, quello che cambia il loro stile di vita e il comportamento da stress, oppure è stato solo un gioco con il dispositivo e poi sono ritornati ad essere come prima.

E dopo 6 mesi i risultati erano ancora meglio rispetto a quei 2 mesi. Qualcosa era cambiato. Abbiamo chiesto loro di scrivere qualche frase sullo studio e erano quasi sempre gli stessi. Il messaggio era: se i miei genitori o il mio maestro mi dicono qualcosa è una cosa, ma se avete una comunicazione chiamata biofeedback con il vostro corpo, allora voi credete in quello che vedete.

Penso sia stato questo il messaggio perché i genitori erano davvero sorpresi perché per la prima volta i loro figli hanno fatto qualcosa che loro esigevano. Anche i risultati a scuola, il maestro era sorpreso, perché i risultati a scuola sono migliorati. Tutti erano felici alla fine dello studio e penso sia il soggetto che dobbiamo introdurre al nostro Ministero della Pubblica Istruzione.

Spendiamo molti soldi per educare le persone sull’alimentazione sana, sulla riduzione di peso e tutte queste cose. Questo è un metodo molto facile – in modalità di gioco mostrare ai giovani come avere un’alimentazione più sana e come ridurre lo stress.

come rimanere giovani
Jürgen Lademann

Questo non è solamente un caso di giovani ma anche riguarda diversi gruppi etnici.

Abbiamo fatto un altro studio dove una studentessa in medicina è venuta da me. Era di nazionalità coreana. Abbiamo qualche risultato su Berlino, abbiamo misurato alcune volte. Ho chiesto a lei di andare a Seul e misure la gente di Seul.

La Corea è interessante perché nota per il cibo salutare. Il cibo asiatico è di solito salutare, ma loro cuociono a vapore e non friggono come i cinesi. E non sarebbe un problema ma abbiamo anche una comunità tedesca di coreani. Anni fa sono arrivati molti coreani in Germania e abbiamo una grande comunità a Berlino. È più vicina ai coreani o ai tedeschi?

Quando lei ha misurato quelle persone ed è tornata, è stata sorpresa che la differenza non era così grande con i tedeschi, i risultati erano quasi simili, i coreani erano meglio ma non in quella misura che ci aspettavamo.

Il motivo era il comportamento da stress perché per i coreani, se vuoi essere un buon padre per la tua famiglia, devi essere stressato e non devi solamente dimostrare lo stress ma lo devi avere veramente. Anche per l’azienda dove lavori devi avere stress. Stress è il metodo di successo in Corea. E questo comportamento stressante copre tutti gli aspetti positivi che ricevi dal cibo.

Io dico sempre ai miei studenti: gli antiossidanti sono le macrosostanze per la nutrizione perché cerchiamo di averne con livelli alti, ma dall’altre parte sono macrosostanze per il comportamento da stress connessi alla malattia, al fumo, all’ alcool, anche allo stress al lavoro che non puoi evitare, lo stress a casa, il 50% dipende da questo.

Spero che in futuro dovremo trattare di più gli aspetti di stress che riducono queste sostanze positive nella nostra pelle perché per mangiare dovete andare al negozio di alimentari e comprare le cose, non è un problema di soldi per mangiare in modo più salutare con frutta e verdura. Ma ridurre lo stress è qualcosa di più difficile ed è bene avere un sistema di misurazione.

Consigliamo anche: Vitamina D: il ruolo nella prevenzione delle malattie

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO