Iscriviti ora alla nostra Veggie Newsletter
e scarica subito 5 gustosissime ricette
Vegan by Uno Cookbook!

Veggie life for Veggie people!

Vivere Veggie

  • Pinterest
  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter

Addominali scolpiti, il vero segreto - IronManager



Errori comuni da evitare ed evidenze scientifiche da conoscere per ottenere un addome scolpito. Intervista con Francesco Pignatti, detto IronManager e natural bodybuilder vegano.
 
"La maggior parte della gente pensa che per scolpire gli addominali bisogna fare tantissimi crunch, tantissimi addominali, tantissimi esercizi localizzati per quel muscolo. In realtà nella letteratura scientifica non ci sono ancora delle evidenze conclusive che mostrano la possibilità di lipolisi o di perdita di grasso localizzato. Quello che fa veramente la differenza è la dieta. C’è anche un famoso motto: “70% dieta e 30% allenamento per raggiungere dei risultati”, e questo si applica molto bene, ovviamente, per il discorso degli addominali. 
 
Per scolpire gli addominali dobbiamo avere una bassa percentuale di massa grassa, una bassa percentuale di body fat. Automaticamente avendo una percentuale di grasso più bassa, gli addominali emergono di più dal nostro addome. Il suggerimento più semplice è quello di fare una dieta, se si parte ovviamente da una situazione di mantenimento o di sovrappeso, una dieta che sia in deficit calorico. Quindi perdere peso cercando di mangiare meno rispetto a quello che è il nostro fabbisogno calorico. Ovviamente non nel giro di poche settimane ma nel giro di pochi mesi si noteranno già dei miglioramenti. Il grasso addominale di solito è un problema di accumulo specifico dell’uomo, proprio per una questione di bilancio ormonale. L’uomo tende ad accumulare soprattutto sulla pancia, il cosiddetto giro vita, la cosiddetta pancetta. Quindi sicuramente cercando di applicare una dieta che sia specifica e che guardi bene a quelli che sono gli obiettivi dell’individuo e il punto di partenza, si riesce a migliorare questa zona. 
 
L’altro elemento importante e molto sottovalutato: magari quelli dell'altra scuola dicono: "OK, so che non si può bruciare il grasso addominale facendo esercizi" e quindi addirittura si dimenticano di allenare gli addominali perché dicono: “Intanto alleno il resto del corpo e quindi vado a bruciare comunque anche in quella zona”. In realtà è stato dimostrato che quanto più un muscolo è allenato, è maturo, quanto meno grasso è attorno a quel muscolo. Quindi, sicuramente allenare l’addome o il core regolarmente aiuta ad assottigliare lo strato adiposo e quindi a mettere in evidenza ancora di più e a scolpire gli addominali.
 
Un’altra cosa che non è chiara è che non dobbiamo avere gli addominali grossissimi o ipertrofici al massimo. Ovviamente vanno allenati sempre con un sovraccarico progressivo come tutti gli altri muscoli, magari con più frequenza, perché comunque richiedono più frequenza di allenamento, però in realtà la differenza la fa lo strato adiposo che li ricopre. Quindi andando ad assottigliare questo strato adiposo, ovviamente gli addominali emergono. Quindi anche in una persona magra, una persona che non si è mai allenata, se ha uno strato di adipe basso, si vedono bene i muscoli addominali. Ovviamente una persona allenata ha un addome molto più piacevole all’occhio perché è più ipertrofico ed è più completo, non solamente nel tratto addominale.
 
Molto spesso la gente confonde il gonfiore addominale, magari dovuto ad una semplice intolleranza alimentare o aver mangiato un po’ più del solito in una serata o dopo aver fatto una combinazione alimentare un po’ inusuale, quindi si ritrova con l’addome gonfio. Quello non ha nulla a che fare con il grasso che copre gli addominali. Anche io, per esempio, in fase di preparazione alle gare, quando faccio una ricarica, quindi mangio più del solito di carboidrati, ho l’addome gonfio, però la pelle è tirata come la pelle di un tamburo perché lo strato di adipe sopra l’addome è veramente minimo. Quindi attenzione a non confondere il gonfiore addominale a livello intestinale e del colon con il grasso vero e proprio.
 
Un altro errore che molti fanno nella fase estiva è quello di confondere la ritenzione idrica o pensare che l’addome sia coperto perché c’è ancora uno strato d’acqua e quindi ricercano vari termogenici o soluzioni dell’ultimo minuto per togliere quell’ultimo strato e mostrare gli addominali.  In realtà non è una questione di acqua perché anche andando a togliere quel leggero strato d’acqua magari dovuto alle temperature più alte, non si cambia tanto la situazione. Il problema è che abbiamo ancora una percentuale di body fat piuttosto alta e quindi il nostro addome non appare all’occhio, questo è il motivo".

Video realizzato dalla web-tv Veggie Channel.
 
Regia: Massimo Leopardi
Editing: Julia Ovchinnikova
 

Vota
  • Pinterest
  • Google Plus
  • Facebook
  • Twitter
Galleria foto
IronManager








Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere un'ottima esperienza su questa pagina. Cliccando OK ci confermi che sei d'accordo.
OK      Approfondisci