Iscriviti ora alla nostra Veggie Newsletter
e scarica subito 5 gustosissime ricette
Vegan by Uno Cookbook!

Veggie life for Veggie people!

Scienze e Studi

  • Pinterest
  • Facebook
  • Twitter

Ai giornali che hanno la colina in bocca - Dott.ssa Luciana Baroni



Nessun pericolo per i vegani, la colina è presente in moltissimi cibi vegetali come la soia, i fagioli, i funghi, la quinoa, le arachidi, spaghetti di soia, i fagioli, il prezzemolo, le lenticchie, le fave secche, i piselli, i ceci e molti altri. La falsa notizia era partita sulla base di quanto affermava la nutrizionista Emma Derbyshire sul British Medical Journal, nel quale illustrava i rischi della dieta vegan nell'apportare le giuste quantità di questo nutriente. A questo falso allarme risponde puntualmente la Dott.ssa Luciana Baroni, presidente di Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana - SSNV.
 
“Visto che i timori che avevano tentato d'istillare i media nei confronti dei nutrienti più gettonati della dieta vegana, ovvero le proteine, il ferro, il calcio e la vitamina B12, sono stati rimandati al mittente; e visto che per tutti questi nutrienti sono state portate delle evidenze scientifiche per cui essi non costituiscono un problema in una dieta a base vegetale ben costruita; allora hanno fatto saltar fuori questo nuovo nutriente, la colina, che è un nutriente essenziale che dobbiamo ricavare dal cibo ma che comunque è eternamente presente in natura sia nel mondo vegetale, che quello animale. Sono ricchi di colina moltissimi cibi vegetali e quindi non c'è alcun rischio di carenza di questo elemento in una dieta a base vegetale se essa è ben bilanciata".
 
Video realizzato dalla web-tv Veggie Channel.
 
Regia: Massimo Leopardi, Julia Ovchinnikova
Editing: Julia Ovchinnikova
 
 
 

Vota
  • Pinterest
  • Facebook
  • Twitter
Galleria foto
Dott.ssa Luciana Baroni








Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere un'ottima esperienza su questa pagina. Cliccando OK ci confermi che sei d'accordo.
OK      Approfondisci